AMD Opteron “Magny-Cours”: CPU server a 12 core

Nella giornata odierna AMD presenta ufficialmente le prime CPU Opteron serie 6100 indirizzate ai sistemi server di nuova generazione a 2 oppure 4 socket. Si tratta di processori basati su architettura a 8 o a 12 core, nota con il nome in codice di Magny-Cours, da abbinare alla nuova piattaforma “Maranello” che utilizza il Socket G34 (LGA 1944). L´annuncio precede di pochi giorni il debutto delle soluzioni ” Nehalem- Ex ” Xeon 7500 a 8 core della rivale Intel.

La gamma di CPU Opteron 6100 comprende una serie di modelli proposti per le diverse tipologie di utilizzo per l´ambito server enterprise. Troviamo sia le versioni standard che quelle SE ed HE. Ricordiamo che AMD cataloga i propri processori in funzione del livello di consumo medio ACP (Average CPU Power).

L´approccio utilizzato per realizzare una CPU Magny-Cours è di tipo Multi Chip Module (MCM) e consiste nell´abbinare due die in un unico package: in questo caso si tratta di due die “Istanbul ” a 4 o 6 core che comunicano tra loro tramite 24 velocissimi link HT. Il numero dei transistors sale a 2 miliardi e la superficie totale a 692 mm2. Ogni core dispone di una cache  L1 da 128KB – divisa in due blocchi da 64KB per dati e istruzioni – e di una cache L2 da 512 KB, mentre il quantitativo di cache L3 totale è di 12MB. Il cambio socket è stato necessario perchè questi processori integrano un controller DDR3-1333 a 4 canali e supportano 4 link HyperTransport  3.0. Ogni processore  può gestire fino a 12 moduli di memoria DIMM registered (8 di memoria DIMM unbuffered).

Il processo produttivo resta a 45 nanometri, ma la casa di Sunnyvale ha implementato nuove tecnologie per la gestione del livello energetico complessivo in modo da non variare di molto i consumi rispetto all´attuale generazione di processori Opteron a 6 core, pur raddoppiando di fatto il numero dei core.

Uno dei miglioramenti in ambito multisocket introdotto è l´adozione della tecnologia Direct Connect Architecture 2.0. Questa aumenta la condivisione di memoria ed il bandwidth, connettendo direttamente memorie ed I/O e migliorando la comunicazione tra le CPU.

Con Magny-Cours (12 core), AMD completa la progressiva evoluzione delle soluzioni Opteron di generazione Barcelona (4 core): perfezionate con Shanghai (4core) e proseguite con Istanbul (6 core). Come ultimo step la casa di Sannyvale ha scelto di estremizzare il numero di core integrati, puntando sulla “potenza bruta” e bilanciando costi e consumi, contro le soluzioni “più raffinate” e costose della rivale.

Nel 2011 arriveranno le attese CPU Opteron basate su core Bulldozer, sarà una vera ventata di novità perche si tratterà di un´architettura completamente nuova che sfrutterà il processo a 32 nanometri, pur mantenendo la compatibilità con il socket G34.

Andrea Gavioli