India: non riesce a conquistare le donne e fa causa alla Axe

Un giovane di ventisei anni si è reso protagonista di una battaglia particolare. Ha intentato causa alla famosa Axe, azienda di profumi, deodoranti e prodotti per il corpo. Uno dei marchi più noti e diffusi del panorama mondiale. Secondo il giovane si sarebbe macchiata di “pubblicità ingannevole” volta a garantire conquiste femminili numerose e facili. La sola “essenza” garantirebbe un enorme successo, grazie alla sua forte e decisa fragranza.

Ecco letterariamente cosa dice la pubblicità: “irresistibile come il cioccolato”. Se lo usi dunque le donne dovrebbero caderti ai piedi: un successo assicurato!”. Parole inequivocabili se lette nel loro significato intrinseco. Una trovata anche poco originale ma che evidentemente qualcuno ha preso sul serio. Si tratta proprio di Vaibhav Bedi, un giovane che come molti suoi coetanei ha problemi seri nel rapportarsi con l’altro sesso.

Per questo ha preso in parola questa campagna vedendo la possibilità di cambiare tale situazione. Ma i risultati non sono arrivati, mentre è aumentata la frustrazione del ragazzo che ha deciso di rifarsi proprio sull’azienda per danni “psicologici e depressivi”.

“L’azienda mi ha frodato” ha dichiarato il protagonista della vicenda “perché nelle pubblicità dicono che sarai attraente per le donne se lo usi”. il giovane ha raccontato di non aver conquistato nessuna donna e di continuare la sua astinenza sessuale forzata.”Invece”, ha detto, “l’ho usato per sette anni, ma non mi si è avvicinata nessuna ragazza”. Una quotidianità che lo ha portato ai limiti dello sconforto e del bisogno di un aiuto psicologico.

La Corte di Nuova Delhi ha ordinato l’analisi forense dei prodotti dell’azienda in questione, rispondendo positivamente alla richiesta dei legali dell’indiano. Ora saranno eseguite delle perizie per verificare se il reato sussiste e se sipuò realmente procedere per processare l’azienda. Una vicenda surreale che solleva qualche sopracciglio e che fa sorridere ma che nasconde sentimenti preoccupanti. Simbolo della difficoltà adolescenziali-giovanili della generazione moderna.

Alessandro Frau