Kristen Stewart e Taylor Lautner miglior coppia ai Kids’ Choice Awards

Non se nè vorranno certamente le tante fan di Robert Pattinson e Kristen Stewart, le due giovani star lanciate dai ruoli di Edward Cullen e Bella Swan in New Moon, se questa volta i loro beniamini non compaiono uniti sul palco mentre ritirano l’ennesimo premio che si va ad aggiungere alla già cospicua e ricca bacheca di riconoscimenti che sta contraddistinguendo la loro carriera.

Questa volta ai Kids’ Choice Awards, gli oscar assegnati dai ragazzi spettatori del canale televisivo Nickelodeon, l’attore britannico Pattinson è stato infatti sbaragliato dal più giovane e aitante Taylor Daniel Lautner, che non solo si è aggiudicato il premio come miglior coppia dell’anno, assieme alla collega statunitense Kristen ma si è piazzato al primo posto come miglior attore per “New Moon“.

Non tutti sanno che il piccolo attore, piccolo per età, non di certo per fisicità, fin dall’età di sei anni ha cominciato a praticare arti marziali finendo per partecipare alla divisione dei dodicenni nel World Karate Association dove si mise alla prova diventando campione Junior World Forms and Weapons e vincendo tre medaglie d’oro. La sua carriera di sportivo nelle arti marziali è proseguita con successo e nel 2003 a undici anni si è classificato nella prima posizione mondiale del NASKA’s Black Belt Open Forms, Musical Weapons, Traditional Weapons e Traditional Forms. All’età di dodici anni aveva già vinto tre campionati mondiali juniores.

Quindi di riconoscimenti, anche se sportivi, il bel Taylor, ne ha già ottenuti e non pochi.

I riconoscimenti cinematografici, non tarderanno ad arrivare, considerando che il giovane Lautner ha solo 18 anni. Per mantenere la parte di Jacob Black in “New Moon“, ruolo che il regista avrebbe voluto affidare, secondo le indiscrezioni a Michael Copon, si è sottoposto ad un intenso e prolungato allenamento che gli ha fatto guadagnare 30 libbre (circa 13 kg) di muscoli.

Caparbio ed ostinato,buon interprete, bell’aspetto, niente male per un giovanatto che nel difficile mondo del cinema, specie quello americano, sta muovendo i suoi primi passi.