Saviano: “Se vedete qualcosa, dite qualcosa”

Lo scrittore e giornalista napoletano Roberto Saviano ringrazia tutte le persone che hanno aderito al suo appello provocatorio “Siamo tutti osservatori“. Saviano invitava a non arrendersi e a controllare tramite il web ogni tentativo di corruzione del voto. ”

“Le elezioni italiane dovrebbero essere seguite dall’OSCE, dall’ONU“. Sembra una provocazione, spiega lo scrittore, ma in molte regioni italiane la corruzione del voto è realtà: “in Calabria su 50 consiglieri 35 sono stati inquisiti o condannati“, “se vedete qualcosa, dite qualcosa“. In 80 000 si sono candidati alla proposta di Saviano.

Luca Pallanti