Bari, Perinetti:”Con la Roma sarà una partita aperta”

Lo Stadio San Nicola di Bari sarà teatro, sabato prossimo, della sfida fra i padroni di casa e la Roma. Un match che si preannuncia incandescente, sono attesi circa 14.000 supporters capitolini speranzosi di vedere la propria squadra vincere e magari scavalcare la capolista Inter. Il Bari è ancora in corsa per una storica qualificazione Europea e non sarà certo disposto a regalare nulla ai giallorossi.

Giorgio Perinetti, direttore sportivo dei Galletti, prevede un incontro aperto e spettacolare:“Sabato speriamo di giocarci la partita, anche se abbiamo degli infortuni importanti. A Roma abbiamo incontrato un Totti scatenato all’andata, e non siamo riusciti a fare molto. Siamo una squadra che gioca a viso aperto, prendiamo dei rischi ma è il nostro modo di giocare, facciamo molti punti. Lasciamo un buon gioco in tutti i campi”.

Di fronte ci sarà Claudio Ranieri con cui ha lavorato ai tempi del Napoli circa 20 anni fa:“Nel ’90 gli affidammo il Napoli che era quello dopo Maradona quindi un compito estremamente gravoso. Un’intuizione importante fu quella di affidare la squadra ad una persona giovane, serena, che aveva le sue idee. Oggi è un allenatore che oltre a tutte le sue qualità ha anche l’esperienza. E’ l’uomo ideale per rilanciare un gruppo, dare entusiasmo e la voglia, che sono i segreti dei risultati”.

Per Perinetti sarà una partita speciale, ha trascorso ben 18 anni nella società capitolina e le sue figlie sono tifosissime della Roma. Il suo cuore è ovviamente diviso:”Le auguro lo scudetto. Ce la può fare, ha entusiasmo e morale. Però, sabato ci tengo che il Bari faccia una bella prestazione”.

La corsa scudetto passa così per la puglia con i biancorossi che hanno già tolto parecchi punti alle big:”Abbiamo pareggiato con l’Inter sia all’andata sia al ritorno. Le abbiamo tolto quattro punti. E al Milan ne abbiamo portati via due. Direi che il nostro lo abbiamo fatto, no?”.

Simone Meloni