Mantenersi attivi previene l’Alzheimer

Le persone che hanno una vita attiva, con parecchi scopi  ed interessi da seguire, hanno un rischio di ammalarsi di Alzheimer della meta’ piu’ basso di coetanei meno attivi, con meno interessi e minore grado di coinvolgimento in esperienze di vita.

Ad affermarlo è uno studio condotto su quasi mille anziani e diretto da Patricia Boyle della Rush University Medical Center, presso Chicago.
Pubblicato sulla rivista Archives of General Psychiatry, lo studio mette in evidenza che tanto più le persone si sentono bene quando pensano alle cose che hanno fatto nella vita e a quel che intendono fare nel futuro, meno rischiano il declino cognitivo tipico dell’età e la demenza senile.
Il nesso tra il condurre una vita piena di impegni e di scopi e il mantenimento del cervello giovane e sano  ancora non è chiaro, tuttavia e’ possibile che un’esistenza impegnata abbia un effetto indiretto sulla salute generale del corpo e in particolare sul funzionamento dei sistemi cardiocircolatorio e immunitario.

Wanda Cherubini