Il tempo delle mele

Sul sito di Assomela, che insieme ad altri, promuove una campagna di sensibilizzazione ed informazione circa i benefici che la mela produce ad ogni età, si leggono alcune indicazioni per conoscere meglio il frutto.

Ricerche scientifiche confermano l’azione dei composti della mela contro malattie come il cancro, il colesterolo, il diabete e la salute dentaria. Consumabile ad ogni età, la si può già proporre ai bimbi in età da svezzamento (da quattro mesi in poi), è utile nella dieta degli sportivi, poiché ricca di potassio, che evita la contrazione muscolare, e di acqua.

I bambini dovrebbero e potrebbero consumarla quotidianamente, anche quattro volte al giorno, mentre gli anziani possono ingerirla senza problemi, grazie alla sua alta digeribilità, e perché contrasta alcune patologie, che colpiscono principalmente la categoria.

La campagna informativa, finanziata dall‘Unione Europea e da tre Paesi, Italia, Francia e Olanda, realizzata in collaborazione con la suddetta Assomela, Interfel, e Dutch Produce Association, farà tappa oggi a Roma, si fermerà poi a Pisa e Livorno, a  Genova e finirà il 6-8 maggio a Bologna.

La manifestazione si svolgerà attraverso la collocazione di 50 “Mela Point’‘, stand informativi, situati nelle più grandi aziende italiane e nelle palestre delle città che mano a mano il tour toccherà.

I promotori della campagna informativa tengono a sottolineare l’importanza di inserire il frutto nella dieta alimentare, soprattutto per il forte contributo che questo ha “nella prevenzione di alcune patologie tumorali, soprattutto dell’apparato digerente”.

Affermazione confermata anche dall’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano, la ricerca condotta su 1.953 pazienti affetti da questo tipo di tumore, di età compresa tra i 19 e 74 anni, che ha anche interessato i dati di 4.154 controlli su pazienti ricoverati, a causa di patologie acute diverse dal tumore al colon retto, ha dimostrato che un consumo elevato dei polifenoli della mela, ridurrebbero il rischio di tumore del colon – retto.

Giulia Di Trinca