Tennis, ATP Miami: Federer avanza, tutti i grandi agli ottavi

Dopo la grande sorpresa della prematura eliminazione del numero 2 della classifica mondiale Novak Djokovic, ma più in generale dopo un inizio di stagione 2010 non sempre ricco di soddisfazioni per i grandi del tennis, il terzo turno del torneo Masters 1000 di Miami – svoltosi tra domenica e lunedì sui campi in cemento della Florida – ha visto andare avanti verso le fasi finali della competizione tutte le principali teste di serie rimaste in corsa.
Nella parte alta del tabellone avanza, anche se con qualche patema e in una giornata condizionata dalla pioggia, Roger Federer: il primo giocatore del mondo si è infatti qualificato per gli ottavi di finale dopo la vittoria sul francese Florent Serra, affermazione arrivata però solamente dopo due tie-break.

Entrambi i contendenti hanno strappato il servizio all’avversario per 3 volte, con il 29enne transalpino (n. 61 del ranking ATP) arresosi solo nei game decisivi del primo e del secondo set. La maggiore lucidità di Federer nei tie-break ha consentito allo svizzero di evitare brutte sorprese e di portare a casa il successo dopo un’ora e 32 minuti; ad attenderlo agli ottavi c’è il ceco Tomas Berdych, testa di serie numero 16.
Avanzano agli ottavi di finale anche gli altri Top Ten presenti nella stessa metà del tabellone: il più convincente è sembrato lo svedese Robin Soderling, numero 5 del seeding, capace di spazzare via in appena 65 minuti il tedesco Petzschner, a cui lo scandinavo ha concesso la miseria di 3 game in tutto il match.

Bene anche Marin Cilic (7), che di forza sconfigge in 2 set il sempre ostico cipriota Marcos Baghdatis, mentre è stato necessario qualche sforzo in più per Gonzalez e Verdasco, rispettivamente teste di serie n. 9 e 10. In un derby sudamericano durato 2 ore e 21 minuti, il cileno ha avuto ragione dell’argentino Juan Monaco, mentre il mancino iberico Fernando Verdasco ha faticato per 2 set contro l’austriaco Melzer prima di chiudere in scioltezza nella terza partita, chiusa sul 6-1.
Nessun problema anche per i big presenti nella parte bassa del tabellone, a partire dal numero 4 del mondo, Rafael Nadal, che nella serata di domenica ha archiviato la pratica-Nalbandian superando l’argentino – capace comunque di portare a casa la prima partita al tie-break – in 3 set, gli ultimi 2 dei quali conquistati con un doppio 6-2.

Sulla strada del maiorchino c’è ora il connazionale David Ferrer, per un derby tutto spagnolo che promette un certo spettacolo ma il cui pronostico non può che pendere dalla parte del 4 volte vincitore del Roland Garros.
Lungo il cammino di Rafa, nella strada verso una possibile finale contro il rivale di sempre Roger Federer, gli avversari più agguerriti restano il numero 6 Andy Roddick – senza problemi nel suo match di terzo turno contro il carneade ucraino Stakhovsky – e il francese Tsonga (n. 8), che in 2 set ha sconfitto il tedesco Kohlschreiber e agli ottavi affronterà il “sempreverde” Juan Carlos Ferrero, apparso in buonissima forma dopo l’affermazione contro il più giovane statunitense Isner.

Risultati del terzo turno:
Federer (Svi, 1) b. Serra (Fra) 7-6(2) 7-6(3)
Berdych (Cze, 16) b. Zeballos (Arg) 6-4 7-5
Verdasco (Spa, 10) b. Melzer (Aut, 23) 3-6 7-6(4) 6-1
Cilic (Cro, 7) b. Baghdatis (Cip, 25) 6-3 6-4
Fish (Usa) b. Lopez (Spa, 29) 7-5 6-3
Youzhny (Rus, 13) b. Wawrinka (Svi, 19) 1-6 7-6(5) 7-5
Gonzalez (Cil, 9) b. Monaco (Arg, 22) 6-7(4) 6-4 6-2
Soderling (Sve, 5) b. Petzschner (Ger) 6-1 6-2
Tsonga (Fra, 8 ) b. Kohlschreiber (Ger, 28) 6-2 7-5
Ferrero (Spa, 12) b. Isner (Usa, 17) 6-2 3-6 6-3
Ferrer (Spa, 15) b. Karlovic (Cro, 24) 7-6(5) 6-3
Nadal (Spa, 4) b. Nalbandian (Arg) 6-7(8) 6-2 6-2
Roddick (Usa, 6) b. Stakhovsky (Ucr) 6-2 6-1
Becker (Ger) b. Robredo (Spa, 18) 1-6 6-4 7-6(1)
Almagro (Spa, 33) b. Chardy (Fra) 6-2 6-7(9) 6-3
Bellucci (Bra, 27) b. Rochus (Bel) 6-3 6-4

Daniele Ciprari