Calciomercato Milan: da Dida a Huntelaar, una decina in partenza!

Al di là di come finirà la stagione in corso, il Milan del prossimo anno sarà molto ma molto diverso da quello attuale.

Uno dei problemi principali del club di via Turati è l’età media dei calciatori: ben oltre i 30 anni! Il più vecchio, Beppe Favalli, ha 38 anni. Nemmeno Dida scherza, visto che è un classe 1973. Lo stesso Alessandro Nesta ha già 34 anni, gli stessi del neo acquisto colombiano Yepes.

Ma veniamo, nel dettaglio, ai giocatori che a fine giugno probabilmente cambieranno aria. Nelson Dida molto difficilmente sarà un portiere del Milan: come detto, ha già 37 anni e diverse stagioni disastrose alle spalle. Il suo contratto scade proprio nel giugno 2010 e salvo colpi di follia della dirigenza, un rinnovo è impossibile. Per l’eroe di Manchester (sciagura a Leeds, Madrid, ecc.), si profila un ritorno in Brasile.

Così come Dida, anche il terzo portiere rossonero, Flavio Roma, difficilmente resterà a Milano. L’ex numero uno del Monaco merita certamente di meglio che finire sistematicamente in tribuna ogni domenica. Anche la situazione dello stesso Abbiati è tutta da verificare: nemmeno il prossimo anno Cristian è certo di partire come titolare. Una storia che si ripete da ormai 10 anni, nonostante Abbiati abbia già dimostrare le sue ottime qualità. Che dovrebbe fare di più.

Veniamo ai difensori. Beppe Favalli darà quasi certamente l’addio al calcio. Kaladze è in pessimi rapporti con la società e anche lui dovrebbe andare via. Stessa sorta avranno forse Oddo, Jankulovski e Onyewu, impiegati pochissimo quest’anno da Leonardo, sia per ragioni tecniche, che per infortuni vari (specie l’americano).

Centrocampo. Di Beckham, che ha appena subito un bruttissimo infortunio, è inutile parlare se non si capirà qualcosa sui tempi di recupero. Il francese Flamini, impiegato col contagocce, potrebbe anche andare via: le richieste non mancano di certo.

L’attacco. Molto incerta è la situazione di Huntelaar, la più grande delusione rossonera della stagione. Se il Milan riceverà 15 milioni di euro (la cifra pagata in estate al Real Madrid), è probabile che l’olandese parta. Adiyah, mai utilizzato da Leonardo, potrebbe andare in prestito, oppure essere ceduto senza che nessun tifoso rossonero abbia potuto ammirarlo (?). Chissà che in queste ultime gare di campionato il ghanese possa assaggiare l’erba di San Siro…

Infine Inzaghi. Pippo è attaccatissimo ai colori rossoneri, ma se Leonardo resterà l’allenatore del Milan, l’ex juventino potrebbe anche cambiare aria. Al momento, comunque, si tratta di una ipotesi difficile.

Ps: ci eravamo scordati di Mancini. Tornerà all’Inter o resterà rossonero? I tifosi di entrambe le squadre tremano…

Gianni Monaco