Champions League: Milito stende il Cska Mosca


Il “Principe” del gol è sempre lui: Diego Alberto Milito con una prodezza al 20′ del secondo tempo regala ai nerazzurri la quarta vittoria consecutiva in questa edizione della Champions League e rende più agevole il ritorno in Russia, dove i padroni di casa faranno a meno del gioiello Krasic, che sarà squalificato. Un’ Inter leziosa nel primo tempo che non riesce mai ad accelerare e a creare seri pericoli. Il cambio di passo arriva solo dopo il 60° minuto approfittando anche della stanchezza dei russi: arriva così il gol di Milito e ancora altre numerose occasioni non sfruttate però dai campioni d’Italia.

CRONACA PRIMO TEMPO – I russi si dimostrano coraggiosi soprattutto nei primi minuti, l’Inter ha difficoltà a trovare spazi e subisce le veloci ripartenze degli ospiti, tanto che Materazzi è costretto a commettere un brutto fallo sull’ attivissimo Krasic e rimedia così un giallo, il primo sventolato dall’ arbitro inglese Webb. I russi sono attenti e ordinati in difesa, per l’Inter la prima occasione arriva solo al 22′ con un sinistro dalla distanza di Pandev che tenta di soprendere il portiere russo, il pallone esce di poco alto sulla traversa. Un minuto dopo sono i nerazzurri a rischiare groso: Honda serve Krasic, ma il serbo da buona posizione manda alto. Al 32′ poi l’attaccante del Cska si fa ammonire e salterà così la gara di ritorno. Due occasioni per l’Inter arrivano nel finale: una bella combinazione tra Sneijder e Milito viene conclusa malissimo dall’ olandese che da posizione favorevole calcia come peggio non può. Poi c’è Eto’o che manda alto di testa su punizione di Cambiasso.

CRONACA SECONDO TEMPO – Le squadre ritornano in campo con gli stessi effettivi. L’Inter sembra un pò troppo confusionaria ad inizio ripresa, ne approfittano gli ospiti con una conclusione alta di Mamaev prima e poi con un bell’intervento di Julio Cesar su un tiro dalla distanza di Aldonin. Quest’occasione dà la scossa ai nerazzurri che si svegliano e decidono di cambiare passo: al 15′ Stankovic solo davanti al portiere calcia debolmente. Al 19′ ci prova Pandev dal limite, Akinfeev respinge. Un minuto dopo, ennesimo recupero a centrocampo dei nerazzurri con i russi che sembrano frastornati, Sneijder si fa 40 metri palla al piede, poi cede a Milito che si aggiusta il pallone al limite dell’area e calcia forte rasoterra all’angolino: è vantaggio per l’Inter. Al 27′ Pandev vicinissimo al raddoppio, ma Aleksei Berezutski salva sulla linea. L’Inter ha in mano l’incontro e continua ad insistere: al 29′ Akinfeev respinge un tiro dalla distanza di Stankovic, ma il vero miracolo il portiere russo lo compie al 41′ con un doppio intervento su Cambiasso prima e Stankovic poi, entrambi i nerazzurri ci hanno provato al volo in stile “Cuchu vs. Chelsea all’andata”. Due minuti prima era stato Sneijder a divorarsi il raddoppio calciando fuori da buonissima posizione. Al 42′ è Julio Cesar a salvare il risultato uscendo sui piedi di Necid, servito con un pallonetto delizioso da Semberas. Non succede più nulla fino alla fine del match, nel finale Mourinho concede 30 secondi a Mariga che subentra a Pandev. Ci si rivede fra sei giorni!

NTER (4-2-3-1): Julio Cesar; Maicon, Materazzi, Samuel, J.Zanetti; Stankovic, Cambiasso; Eto’o, Sneijder, Pandev (93? Mariga); Milito. A disposizione: Toldo, Cordoba, Chivu, Muntari, Quaresma, Arnautovic. All.: Mourinho.

CSKA MOSCA (4-2-3-1): Akinfeev; V.Berezutski, A.Berezutski, Ignashevich, Schennikov; Aldonin (75? Rahimic), Semberas; Krasic, Honda (62? Dzagoev), Mamaev (71? Gonzalez); Necid. A disposizione: Chepchugov, Nababkin, Odiah, Guilherme,. All.: Slutsky.

ARBITRO: Howard Webb

NOTE: ammoniti Materazzi, Aldonin, Krasic Recuperi: 2? pt, 3? st

Miro Santoro