DDL ART. 18: Napolitano non firma e rimanda il decreto alle camere

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha respinto il decreto sul lavoro presentato dal governo, nel quale viene istutito un arbitrato che regolamenta i licenziamenti nelle aziende con più di 15 dipendenti.  Per Napolitano, infatti, il tema del lavoro necessità di una serie di appronfondimenti, e di valutazioni politico sociali, che sembrano non essere chiaramente espresse nel DDL. Il ministro dell’interno Maroni ha commentato la notizia dichiarando che è nelle piene facoltà del Presidente rispedire le leggi alle camere e di non avere nulla da aggiungere al riguardo. Sulla questione del ddl, la CGIL si era espressa in maniera critica, ed aveva indetto uno sciopero nelle scorse settimane .   Lucio Schina