Film in televisione: “Il collezionista di occhi”

Troppo spesso, ultimamente, il cinema si riserva di farsi aiutare, per la conquista dei botteghini, da qualche personaggio famoso della tv o dello sport. E’ il caso di “Il collezionista di occhi” (titolo originale “See no evil”), pellicola del 2006, diretta da Gregory Dark e interpretata da Kane, il famoso wrestler fratello di Undertaker. Il lungometraggio, di genere horror, andrà in onda questa sera, alle 21:40, sul canale satellitare GXT.

Un gruppo di giovani teppisti viene inviato, per punizione, a sistemare un vecchio edificio, ex sede del Blackwell Hotel. Ma la fatiscente struttura gli riserva una terribile sorpresa dimostrandosi il nascondiglio di un efferato serial killer: Jacob Goodnight (Kane). L’uomo inizia ad ucciderli sitematicamente. Al pubblico la facoltà di scoprire chi di loro si salverà…

Il tema di un gruppetto di ragazzi innocenti che vengono inseguiti e sterminati da un folle maniaco, non è nuovo nella storia del cinema horror. Anzi, soprattutto negli ultimi anni, questa trama già vista è stata ripetuta e resa pubblica decine di volte. Ma, a parte qualche illustre rappresentante (“Halloween”, “Venerdì 13”, “Nighmare”, “Non aprite quella porta”), non sono stati prodotto lungometraggi degni di un’attenzione particolare. Tuttavia, la frequenza di questa tematica, ha aperto la porta alla nascita di un nuovo filone del genere splatter, quello dei teen-horror. “Il collezionista di occhi” introduce, in ogni caso, una novità al sottogenere: le vittime sono ben otto, non proprio degli innocenti fanciulli ma un gruppo di teppistelli in punizione. Acuta anche l’idea di rendere protagonista il wrestler Kane (vero nome Glen Jacobs) che, in questo caso, segue le orme di “The Rock” (“Il re scorpione”) e si dimostra all’altezza del ruolo assegnatogli.

Anche il regista Dark si dimostra ben attento al prodotto che sforna: consapevole del fatto che il Blackwell Hotel è ben lontano dall’Overlook di kubrickiana memoria, dimostrandosi semplicemente un gore estivo, offre al pubblico un gustoso assortimento di splatter, humor nero, sesso e deliri mistici.

Valentina Carapella