Mauro Marin e la moda del disturbo bipolare

In Italia, tra i personaggi più celebri del momento, si è parlato di disturbo bipolare riferendosi al tanto conosciuto Mauro Marin, vincitore dell’ultima edizione del reality show del Grande Fratello. Se ne parlava quando era nella Casa e se n’è parlato quando ne è uscito da vincitore…Ovviamente la “diagnosi “ è stata smentita…

Ma da quel che risulta da uno studio molto recente intitolato ‘I Wan To Be Bipolar, A New Phenomenon‘, pubblicato sulla rivista del Royal College of Psychiatrists non deve meravigliare affatto che tale malattia sia stata attribuita al celebre personaggio mediatico…E non deve nemmeno prendersela più di tanto Mauro Marin, visto che il bipolarismo è una condizione addirittura considerata glamour, quasi una garanzia indiscussa di creatività…

Lo studio denuncia il disturbo bipolare come una nuova moda di auto-diagnosi di aspiranti bipolari…In Gran Bretagna circa 500.000 persone hanno una diagnosi di disordine bipolare. Ma la “falsa epidemia” si sta divulgando…fra i creativi e …i non…

Basta sentirsi in un particolare momento fortemente euforici e ottimisti, riuscire a parlare con disinvoltura ovunque ci si trovi, avvertire un senso di superiorità da “spaccare il mondo” , avere pensieri grandiosi e un attimo dopo tutto questo scoppia come una bolla di sapone e sentirsi piccoli come un insetto, tristi e profondamente depressi, prostrati, abulici e apatici…Questo potrebbe erroneamente bastare per diagnosticare un disordine bipolare…

Anche il medico di famiglia di Glasgow, Des Spence, dichiara: «Vediamo molte aspiranti vittime della nuova moda. E io stesso – conclude – ho dovuto convincere un certo numero di persone che in realtà non avevano questo problema».

E allora se il bipolarismo è una condizione tanto di moda e persino glamour…attribuirla a Mauro Marin è come fargli un complimento…Non siete d’accordo?

Caterina Cariello