Torino: ricostruita vagina a ragazza nata senza

Torino, 31 mar. –  Il primo intervento del genere al mondo: per la prima volta nella storia della medicina è stata ricostruita la vagina ad una ragazza nata senza.

L’intervento è stato eseguito dal professor Dario Fontana, direttore della divisione universitaria di urologia 2 dell’ospedale Molinette di Torino, coadiuvato dal professor Luigi Rolle, responsabile della struttura semplice di andrologia e dal dottor Luciano Galletto, primario di ginecologia ed ostetricia dell’ospedale Agnelli di Pinerolo.

La giovane ragazza torinese, di 18 anni, è affetta da una rara sindrome congenita caratterizzata dall’assenza dell’utero, delle tube e della vagina, in presenza delle ovaie: la sindrome di Rokitansky. I medici davanti a questa sindrome  solitamente “costruiscono” la vagina utilizzando un tratto di intestino, per consentire il rapporto sessuale, ma senza possibilità di concepimento in assenza dell’utero. L’intervento svolto dal professor Fontana  è stato eccezionale perchè in questa ragazza erano assenti la vagina e l’istmo uterino, ma erano presenti le tube ed il corpo dell’utero. Collegando la nuova vagina, costruita con l’intestino, con il corpo dell’utero è stata data alla giovane la possibilità di una futura gravidanza.

L.T.