Bossi: L’onda verde scenderà al Sud. La Padania tiene in piedi lo Stato

“Ci hanno sottovalutato ma è stato meglio così”. Non lo ferma più nessuno, il Senatùr: la vittoria è di quelle che cambiano il passo della politica, e forse la strada della propria vita. “Meglio così, perché altrimenti ci avrebbero fatto le penne”. L’occasione è l’intervista esclusiva a L’ultima parola, il programma leghista di riferimento sul servizio pubblico, condotto dall’ex penna di punta del giornale del carroccio Paragone.

Ne ha per tutti. Ma come accade da qualche anno il tema dal quale prendere le mosse è – in luogo dell’indipendenza padana – l’ormai adamitico federalismo fiscale. “Oggi l’Italia dipende sicuramente dalle attività padane. La Padania manda i soldi e riesce a tenere in piedi lo Stato. Se non va la macchina del nord il Paese non funziona”. Il Bossi-pensiero si arrampica, quindi, verso una delle ragioni di fondo della riforma tanto attesa: “invece di dare i soldi a tutti e a tutto li si dà a chi è costretto a investire, a comportarsi bene, non a sprecare”.

E i 150 anni dall’unità d’Italia? Alcuni ritengono che parlare di federalismo a ridosso delle celebrazioni sia blasfemo. Il Ministro per le Riforme ne ha anche per loro: “C’è sempre un’Italia che dipende dalle attività padane. La Padania è quella che tiene in piedi lo Stato“. “Le carceri – aggiunge – costano dieci volte di più al sud che in Lombardia. E questo va impedito: i soldi non crescono sulle piante, sono frutto di lavoro. E devono andare a buon fine”

I toni restano comunque quelli della campagna elettorale. Stranamente pacati, secondo alcuni. Ma precisi: “Dobbiamo aiutare le imprese che non delocalizzano, diversamente da ciò che voleva Prodi. Dobbiamo aiutare le imprese che restano qui e danno posti di lavoro. L’apertura indiscriminata delle frontiere avrebbe portato problemi alle nostre imprese”. E a Milano? “Ci sono persone che aspettano da anni – ha proseguito Bossi, riferendosi alla candidatura per il municipio del capoluogo lombardo – io non voglio fare delle guerre per questo”. Il messaggio resta forte, tra il solidale verso il mezzogiorno e la sua minaccia: “L’ondata verde si può spingere fino alle regioni del Sud”.

Vincenzo Marino