Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Botta risposta De Magistris-Grillo

Botta risposta De Magistris-Grillo

Luigi De Magistris, eurodeputato dell’Italia dei Valori, è riuscito in un sol colpo a scontentare tutti: in primis, il suo partito nella persona di Antonio Di Petro ed in secondo luogo il comico genovese Beppe Grillo, carismatico rappresentante del movimento dei “grillini”. Il sogno dell’ex magistrato sarebbe quello di costruire una imponente coalizione che raggruppi tutti i movimenti antiberlusconiani. L’obiettivo, nella testa di De Magistris, è quello di ottenere una vittoria alle prossime politiche del 2013, seguendo la celebre massima “l’unione fa la forza”.

L’europarlamentare, intervistato da “Il fatto quotidiano“, ha illustrato con chiarezza il suo disegno politico: “Da un lato ci sarà il Pd e dall’altro questo nuovo raggruppamento di movimenti e partiti. L’idv non deve sciogliersi, sarebbe la guida di questo processo di semplificazione […]. L’importante è unirsi. Alla fine di questo processo ci potrà essere una federazione, un’unione o un soggetto unitario, poi la formula la si troverà tutti insieme”.

Più cauto sembra essere il leader dell’Italia dei Vaolori. Antonio Di Pietro è infatti più propenso a costruire fin da subito una squadra di governo da presentare agli elettori in vista del fatidico 2013. L’ex pm, compiaciuto per risultato ottenuto alle recenti elezioni, non risparmia stoccate al Pd e al suo leader Bersani, con l’evidente intento di ottenere importanti posizioni nel gioco politico dell’opposizione.

De Magistris ha poi proseguito sottolineando il ruolo che spetterebbe all’Idv in questa nuova coalizione: “Noi dobbiamo essere il ponte di collegamento con il movimento di Grillo e non solo. Dobbiamo essere il perno di congiunzione con tutti i movimenti. Il popolo viola. Il popolo che era alla meravigliosa manifestazione del 5 dicembre scorso. Chi non e’ andato a votare. Dobbiamo dialogare con tutti loro. E io ho intenzione di fare passi politici e concreti, tutti in questo senso”.

Sono state proprio queste sue parole ad attire le critiche di Beppe Grillo. Il comico genovese ha risposto per le rime biasimando apertamente, dal suo blog, l’operato politico di De Magistris e il suo lungimirante piano: “Luigi de Magistris è stato eletto con i voti dell’Italia dei Valori e del blog. L’obiettivo era di avere un eurodeputato a Bruxelles e non in televisione. Fare luce sui capitali mafiosi in Europa e sui finanziamenti europei in Italia. Attraverso la Rete, ogni giorno. Un lavoro che fatto a tempo pieno non consentirebbe neppure di vedere la famiglia. E’ stato eletto come indipendente e poi ha preso la tessera IDV. Parla a nome del Movimento 5 Stelle senza averne l’autorità. Il popolo viola (chi è?) con le manifestazioni sovvenzionate dai partiti è per lui un punto di rifermento […]. I passi, se li faccia da solo”. Lo strappo tra i due, sembra inesorabile.

di Marcello Accanto