Cina: sanzioni o diplomazia per l’Iran “nucleare”?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:55

Il portavoce del Ministero degli esteri cinese, Qin Gang, ha confermato la presenza del presidente Hu Jintao al vertice sulla sicurezza nucleare che si terrà a Washington il 12-13 aprile.

Qin Gang

Il “convitato di pietra” sarà ovviamente l’Iran e la politica sul nucleare adottata dal governo di Ahmadinejad.

La partecipazione della Cina al summit assume un particolare valore in più ambiti. Il primo, quello più immediato, è che la Repubblica Popolare Cinese prende in considerazione l’ipotesi delle sanzioni per fermare la “corsa” al nucleare dell’Iran.

Come ha precisato Qin Gang, Pechino è contraria alla proliferazione nucleare. Per questo motivo è stata avviata la discussione su un testo comune da presentare al Consiglio di sicurezza dell’ONU su questo tema.

La Cina si avvicina a Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Germania proprio come aveva già fatto la Russia, anch’essa restia a procedere con le “maniere forti” contro l’Iran.

La soluzione diplomatica, ad ogni modo, resta quella preferita dal governo cinese; la stessa ambasciatrice statunitense all’ONU, Susan Rice, ha confermato che le trattative sulla bozza sono ancora agli inizi.

Il secondo elemento da considerare è che il viaggio di Hu Jintao negli Stati Uniti non era affatto scontato. I primi mesi del 2010, con le ripetute crisi dei rapporti tra USA e Cina, non erano iniziati nel migliore dei modi. Tibet, Taiwan, Internet restano capitoli aperti.

Resta ancora in discussione la questione del valore dello yuan, su cui si attende il rapporto del Ministero del Tesoro americano che sarà pubblicato pochi giorni dopo il summit sul nucleare.

Si può prevedere che se Barack Obama vorrà ottenere un impegno della Cina sulla questione Iran, dovrà evitare toni troppo critici e non insistere sulla rapida rivalutazione della valuta cinese.

Va bene scambiarsi delle “cortesie”, adottando toni più soft nelle dichiarazioni diplomatiche, ma nel momento delle decisioni vale il motto “do ut des”.

L. Denaro

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!