Di Pietro: “Perché la Bonino e non Achille Serra?”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:10

Dal suo blog, Antonio Di Pietro, leader dell’Idv, è tornato a criticare il Partito Democratico per le scelte fatte alle scorse elezioni regionali.

Secondo l’ex magistrati, con candidati diversi, il risultato elettorale poteva essere positivo.

“Italia dei Valori – scrive Di Pietro sul suo blog – ha confermato il risultato delle europee. Vedo molti analisti che, calcolatrice alla mano, fanno strane estrapolazioni numeriche per dire ‘non abbiamo vinto ma nemmeno perso’ per giungere all’assioma che vince chi governa e governa chi vince, il resto sono chiacchiere.

Se la coalizione ha consegnato al centrodestra quattro regioni rispetto a cinque anni fa ciò è dovuto a un errore di fondo: non aver avuto il coraggio di dare una indicazione precisa sulle leadership preferendo lasciare alle lotte locali il compito di arrivare ai nomi da candidare.

Italia dei Valori aveva dato delle indicazioni: in Calabria De Sena, a Roma Achille Serra, in Piemonte Chiamparino, in Campania il giudice Cantone. Quattro regioni con quattro candidati in discontinuità rispetto alle pratiche familistiche che albergano anche nel centrosinistra. Proposte cestinate in fretta. Ritenute non degnate di una valutazione neanche negativa. Sono state ignorate e basta.

Italia dei Valori di fronte a questo snobbismo ha risposto coscientemente facendo fronte comune al problema del berlusconismo. Dopo i risultati nessuno – conclude l’ex magistrato – si stupisca se Italia dei Valori vuole affrontare, altrettanto coscientemente, il problema della leadership per tornare a vincere e governare”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!