Il piacere della lettura in “Nat e il segreto di Eleonora”

Arriva nei cinema Nat e il segreto di Eleonora, titolo originale “Le secret d’Éléonore”, un cartone animato degno di essere definito d’altri tempi; recupera la bidimensionalità – allontanandosi dall’effetto spettacolare del 3D tanto in voga – utilizzando il tratto un po’ rétro della tecnica ad acquerello.

E’ la storia di un bambino di sette anni, Nat, che va ad abitare insieme  alla famiglia in una vecchia casa sulla scogliera, dove trascorrerà le vacanze estive.

La casa è della zia Eleonora, che ha lasciato in eredità una biblioteca di pezzi unici: libri di fiabe, i cui personaggi (Alice, Cenerentola, Cappuccetto rosso, Pinocchio, Capitan Uncino e altri ancora) di notte si animano e invocano l’aiuto del bambino. Nat dovrà infatti impedire che la memoria di queste storia vada perduta, proteggendo i libri, anche dai  genitori, che hanno intenzione di vendere l’intera biblioteca per pagare alcune riparazioni domestiche.

Un film d’animazione originale, che invita al piacere della lettura e suscita inevitabilmente curiosità grazie alle illustrazioni acquerellate di Rebecca Dautremer, inserendo la narrazione in un’atmosfera molto suggestiva, che ricorda i cartoni di una volta.

Il film è uscito oggi nelle sale ma sarà possibile vederlo anche in Pay per View. Il lungometraggio diretto da Dominique Monfery sarà disponibile su Sky Primafila in contemporanea con l’uscita nelle sale cinematografiche; si tratta di una collaborazione esclusiva dettata dal desiderio di constrastare la pirateria e per farlo, è stata scelta una delicata fiaba animata da poter offrire a tutto il pubblico di abbonati, ma in particolar modo ai bambini.

Titolo originale: «Le secret d’Éléonore»; Regia: Dominique Monféry; Sceneggiatura: Anik Le Ray, Alexandre Révérend; Musica: Christophe Heral; Produzione: Lanterna Magica, Gaumont-Alphanim, La Fabrique; Distribuzione: Ripley’s Film; Origine: Italia/Francia; Anno: 2009; Durata: 76′.

Claudia Fiume