Michela Quattrociocche sexy wag

Michela Quattrociocche si è fatta conoscere in Italia con il filmtratto dal romanzo di Federico Moccia “Scusa ma ti chiamo amore”, che, però, è stato fortemente stroncato dalla critica. Ciononostante al primo film è seguito “Scusa ma ti voglio sposare”, che ha riconfermato la coppia Quattrociocche-Bova.

La Quattrociocche, molto amata dal pubblico italiano, ha subito un’evoluzione che l’ha trasformata da ragazzina ingenua a donna e fidanzata: da due anni, infatti, fa coppia con il calciatore Alberto Aquilani. I due, affiatatissimi, cercano di stare insieme quanto più possibile, sempre considerando i diversi impegni di lavoro: sul campo lui, sul set lei.

Così, pur di trascorrere del tempo con la sua dolce metà, la Quattrociocche raggiunge spesso il suo compagno a Liverpool, per la cui squadra lui occupa il posto di centrocampista. Trona poi a Roma, dove vive la sua famiglia.

E la bella Michela è considerata, perciò, la vera regina delle Wags inglesi: Victoria Beckham le fa un baffo! È così diventata uno dei principali interessi dei tabloid d’oltremanica. Insomma, la Quattrociocche sarebbe considerata la fidanzatina perfetta dai calciatori inglesi: non a caso, quindi, è stata definita “top wag”.
L’attrice italiana ha così spodestato la biondissima moglie di Steven Gerrard, Alex Curran.

Ma la ragazza è anche una tipa con i piedi per terra e la testa sulle spalle: non ha manie paprticolari, e i vizi che si concede sono davvero pochi. E considera la storia con Aquilani “la storia d’amore più importante della mia vita. È come stare in un film. Il nostro è un legame – continua – come quello dei film. Sogno di sposarlo un giorno. Il nostro è un amore che ti dà i crampi allo stomaco.” Poi aggiunge: “Ho le sue iniziali tatuate dietro al collo, lui ha le mie sul polso. Ci vogliamo bene. Siamo felici”. Insomma, proprio una more da film.

Michela ha posato per gq, mettendo in mostra tutta la sua bellezza acqua e sapone. “Passo la maggior parte del tempo a Liverpool, in Italia vengo soprattutto per lavorare e ho poco tempo per altro – racconta Michela – Mi sveglio tardi la mattina, niente vita mondana, mi piace tanto stare a casa, sul divano a vedere un film. E’ una città piccola, non è caotica come Londra. Viviamo in una casa che sembra il cottage di Kate Winslet ne L’amore non va in vacanza”

Angela Liuzzi