Oggi la Via Crucis : ci sarà anche Marino Occhipinti

Forse un’occasione unica per essere perdonato, da Dio, perchè per la giustizia umana quel che ha fatto è troppo grave. Dopo 16 anni di carcere, Marino Occhipinti, assassino dell’efferata banda della “uno bianca” oggi usufruirà di un permesso premio di poco più di 5 ore che gli permetterà di uscire dal carcere per aggregarsi alla Via Crucis del Venerdì Santo. Occhipinti farà quindi la stessa strada di Papa Ratzinger e di migliaia di fedeli giunti da ogni parte del mondo per vivere in prima persona l’importante evento religioso.

La Via Crucis è una trasposizione simbolica  delle tappe percorse nelle ultime ore di vita da Gesù, partendo dal Monte degli Ulivi fino ad arrivare alla deposizione del suo cadavere nel sepolcro, passando per la crocefissione. Il giudice che ha deciso il permesso premio per Occhipinti si è detto convinto che l’uomo, in questi anni, abbia compiuto un profondo percorso spirituale che l’avrebbe reso del tutto diverso da com’era prima. Da qui, la decisione di dargli l’occasione di “toccare con mano” la fede, partecipando ad una manifestazione così importante  come quella che celebra la morte di Gesù.

Occhipinti quindi si unirà al corteo religioso che celebrerà le 14 tappe tradizionali, che si concludono appunto con la rappresentazione della deposizione nel sepolcro. La quindicesima stazione, solitamente opzionale, consisterebbe (nel caso) nella Resurrezione di Gesù.

Non è previsto che Benedetto XVI percorra una tappa portando la croce, ma è possibile che nell’ultima parte del tragitto si unisca al Cardinale vicario della capitale Agostino Vallini.

Le strade della città capitolina saranno chiuse fin dalle prime ore del pomeriggio e le modifiche alla viabilità ed ai percorsi dei mezzi pubblici risultano essere ingenti. Per chi abita a Roma, o ci deve andare è possibile consultare tutte le modifiche sia per oggi che per il weekend di Pasqua a questa pagina  .

A.S.