Scampato pericolo, Brera e Cenacolo aperti a Pasqua

Accordo raggiunto tra Ministero dei Beni Culturali e sindacati sull’ apertura dei musei a Pasqua e Pasquetta. Giusto ieri si era parlato della possibilità di una chiusura per protesta di alcuni importanti siti, dopo il precedente verificatosi in settimana. I sindacati infatti avevano mostrato preoccupazione relativamente alla situazione economica che avrebbe messo a rischio il reparto Beni Culturali della Lombardia dopo l’intervento di alcuni creditori; in particolare era stata minacciata la chiusura della Pinacoteca di Brera e del Cenacolo Vinciano per il giorno di Pasquetta.

Mario Resca, direttore generale per la valorizzazione del Ministero dei Beni Culturali, ha espresso soddisfazione per “un’apertura straordinaria che tutti fortemente volevamo”, specie all’apertura di una “grande stagione turistica”.  Anche Gianfranco Cerasoli, rappresentante della Uil per i Beni Culturali, ha ricordato che mai è stata intenzione da parte dei lavoratori mettere a rischio l’apertura dei siti, ma porre l’accento sul fatto che le prestazionei fossero pagati.  

Soddisfatto per lo scampato pericolo, l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Massimiliano Finazzer Flory ha ricordato le iniziative in corso in città, a partire dalle mostre su Goya e Schiele, dal forte respiro internazionale, e quelle in arrivo, come la “Rivoluzione Kenoclastica” di Christian Zucconi che tante polemiche ha sollevato per la sua collocazione nel Museo di Arte Antica.

Alberto Martinelli