Arriva il Nokia N900

Grande attesa si evidenzia per il rilascio del nuovo Nokia N900 per vari motivi , ma soprattutto perchè  è il primo cellulare della casa finlandese non dotato del  Symbian S60 o Serie 40, ma del sistema operativo Maemo, basato su piattaforma Linux.

Da un punto di vista estetico ,  Nokia ha realizzato un prodotto di qualità.
Il meccanismo di apertura è fluido , lo schermo è ampio 3,5 pollici con una risoluzione di 480 x 800 pixel ed è in metallo nero. E’ presente inoltre una tastiera Qwerty.  Però a suo sfavore vi sono lo spessore del telefono , ben 18 millimetri , ed il peso , forse eccessivo per un cellulare , di 180 grammi .

Lo schermo permette una visionesoddisfacente  dei file multimediali. L’interfaccia è studiata per essere utilizzata con le dita, sebbene alcune icone risultino un po’ piccole e qualcuno potrebbe sentire la necessità di affidarsi allo stilo, incastonato sul lato sinistro della scocca.
Da Android e da Iphone , l’N900riprende il multi-display, cioè la possibilità di avere più pagine iniziali ascorrendo il display lateralmente , non mancando ovviamente i classici widget , come meteo , calendario e tanti altri.

Dal punto di vista prettamente telefonico, l’N900 si colloca ai vertici della categoria , disponendo delle tecnologie più avanzate : la qualità eccellente dell ‘ audio con una ricezione ottima e connettività completa grazie all impiego dell’Hsdpa e del Wi-Fi. Completa la dotazione del Nokia N900 il Gps,il lettore Mp3 integrato e la fotocamera con una risoluzione di 5 megapixel , che non convince appieno , poichè , se di giorno si ottengono  foto e video di buona qualità , questa scende in maniera rilevante in condizioni di scarsa luce.

Comunque , a prima vista l’N900 dispone di un grande potenziale . Anche se , comunque , prima della sua uscita nel panorama internazionale , gli ingegneri della Nokia potrebbero anche apportare qualche piccola miglioria al futuro nascituro della casa finlandese su alcuni dettagli , come la fotocamera ed il display , i due ( forse….) punti deboli di questo gioiellino…

Davide D’Alessandro