Home Spettacolo

Film in televisione: “The omen-il presagio”

CONDIVIDI

Sky Cinema Cult, ore 21:00. Appuntamento da non perdere quello con “The Omen-il presagio” (titolo originale “The Omen”). Nonostante il remake del 2006, la pellicola andrà in onda nella sua versione originale del 1976. Il lungometraggio, ispirato al romanzo di David Seltzer, è diretto da Richard Donner ed è interpretato da un indimenticabile Gregory Peck.

Il bimbo di un celebre ambasciatore americano (Gregory Peck) nasce morto. Per non dare un dolore così grande alla moglie, e con l’aiuto di un uomo di chiesa, il marito lo sostituisce con un trovatello coetaneo. La famiglia si trasferisce a Londra, città in cui, quando il bimbo compie sei anni, iniziano ad accadere cose tremende…

Coadiuvato da una colonna sonora a tema, il film nasce e si sviluppa sul plot, molto di moda negli anni Settanta, di un bambino malefico. Dopo la terrorizzante uscita de “L’esorcista” (1973) e tenendo ben presente quel capolavoro di Roman Polanski che è “Rosemary’s baby” (1968), anche “The Omen” cavalca lo stesso successo di pubblico tenendo ben presente il gusto per il diabolico che imperversava a quel tempo. Geniale, però, l’idea di mettere in scena non un bambino posseduto dal male, bensì il male. Damien viene presentato piccolo e indifeso (infatti è un bambino di sei anni) ma non innoquo, bensì spaventoso: un bambino in grado di far avverare eventi terribili, un anticristo.

La trama, dunque, basandosi su quanto al pubblico non era nuovo, finisce per sorprendere mettendo a nudo una delle paure ancestrali dell’uomo: quella di dover far del male ad un essere indifeso per potersi salvare…

Oltre ad una storia da brivido, la pellicola vanta un cast eccezionale e una colonna sonora da Oscar: quella di Jerry Goldsmith. Di grande successo al botteghino, il lungometraggio ebbe quattro seguiti, di cui il primo, “La maledizione di Damien”, uscito già nel 1978, e un remake che conferma la moda degli ultimi anni.

Valentina Carapella