Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

In Perù maltempo causa frana e 29 morti

CONDIVIDI

In queste settimane a causa del maltempo molte zone del Perù, soprattutto nel nord del paese, hanno subito ingenti danni causati soprattutto da conseguenti frane.

È proprio nella regione di Huanuco, nel nord-est del paese, più precisamente ad Ambo una piccolina cittadina al centro della regione, che una frana ha mietuto diverse vittime.

La frana, dice Jorge Espinoza presidente dell’area in questione, è stata causata da continue e copiose piogge che si sono abbattute su tutto il Perù specificando che alcune zone hanno subito più danni.

Fonti attendibili annotano il numero delle vittime a 29, ma Jorge Espinoza ha dichiarato alla BBC che il numero dei morti ammonterebbe a molti di più, si parla infatti di un centinaio ma le informazioni non sono chiare e la provenienza non confermata. Oltre ai 29 morti accertati, numerosi sarebbero i dispersi, 25 fin’ora contati, senza aggiungere i feriti, arrivati a 600.

Per concludere il quadro della sequela di persone colpite da questo evento, da segnalare anche la distruzione di centri abitati, già poveri con case poco curate, che hanno visto l’abbattimento di ben 120 abitazioni.

Già la settimana scorsa il Perù, sempre a causa di piogge torrenziali, aveva subito danni e calcolato alcune vittime, 5 nella città di Cancejos, facendo balzare alla cronaca lo stato di precaria sicurezza che regna in quelle zone.

Lo stesso Espinoza ha detto che la situazione sta degenerando e che ha invitato la città di Lima, la capitale peruviana, a dichiarare la zona di Ambo sotto “stato di emergenza”.

La cittadina di Ambo nel frattempo è stata evacuata. Le piogge non si sono ancora placate e la frana è diventata un fiume di fango che sta lentamente sommergendo l’intero villaggio.

Da annotare che anche a Chinchan, sempre nella regione di Huanuco, sono stati registrati tre dispersi a causa del maltempo e sempre per motivi analoghi si sono riscontrati grossi disagi a Porvenir, località vicino a Cancejos.

Inoltre è giunta la notizia che la regione aveva indetto un divieto di costruzione di case proprio nelle zone in cui sono accaduti i suddetti fatti, notizia che fa certamente discutere.

di Andrea Bandolin