Home Notizie di Calcio e Calciatori

Inter, Cambiasso fiducioso: “Lo scudetto dipende solo da noi”

CONDIVIDI
Esteban Cambiasso, centrocampista argentino, all'Inter dal 2004

Le dichiarazioni post-partita di Esteban Cambiasso, mettono il sigillo alla superba prestazione di squadra contro il Bologna e fanno capire la voglia di vittoria degli interisti e la consapevolezza che solo loro possono vincere questo scudetto, che fino a qualche mese fa era già cucito sulle maglie nerazzurre. “Noi ci sentiamo come siamo: primi in classifica, con un punto di vantaggio sulla seconda e consapevoli del fatto che non sarà facile vincere il campionato – spiega il centrocampista argentino – ma anche del fatto che se vinciamo partita dopo partita, saremo Campioni d’Italia”.

Poi Cambiasso si sofferma, con alcune riflessioni, anche sulle avversarie nella corsa allo scudetto: “La Roma è avvantaggiata in questo senso perché è fuori dalle competizioni Europa, noi invece dovremo anche pensare alla Champions League. Come avversari nella corsa scudetto, penso alle prossime sei squadre che dovremo affrontare: tra queste non ci sono né la Roma né il Milan, ma l’unica cosa alla quale dobbiamo pensare è vincere queste partite per poi vincere il campionato”.

Sulla stessa linea d’onda è anche Thiago Motta, autore di una fantastica doppietta nella vittoria di oggi a San Siro. “Sono felice: tutta la squadra ha fatto una bella gara, erano importanti i tre punti oggi – ha affermato il centrocampista brasiliano di origini italiane – per la classifica e per affrontare martedì il Cska in Champions League con tranquillità. Quanto al campionato, dobbiamo continuare a essere concentrati, perché Roma e Milan sono forti: noi non dobbiamo perdere punti, andiamo avanti così. E poi un pensiero speciale rivolto alla sua famiglia: “Dedico la doppietta a mia figlia Sofia, che oggi era allo stadio, come sempre, a sostenermi”.

Anche l’allenatore avversario Franco Colomba non può esimersi dal fare i complimenti alla formazione di Mourinho per la grande prova offerta. Devo dire che l’Inter è stata straordinaria – ha ammesso il tecnico felsineo – mi è piaciuta molto, ha meritato: è fortissima, è muscolare, tecnica, mette a nudo ogni difetto delle squadre. Chi vince il campionato? Credo che Roma e Inter abbiano molte possibilità, ma i nerazzurri di oggi sono favoriti”.

Per tutti gli appassionati di calcio la speranza è che il campionato resti acceso e aperto sino alla fine e che magari si susseguano numerosi colpi di scena. Le prospettive ci sono, staremo a vedere come le squadre protagoniste della corsa scudetto si comporteranno prossime partite. Tra 6 giornate l’arduo verdetto: chi la spunterà? Il pronostico non è affatto semplice.

Emanuele Ballacci