Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Londra, saldi da capogiro in negozio griffato: rissa con 10 poliziotti feriti

CONDIVIDI
"American Apparel", la catena di negozi "incriminata" di aver scatenato la pazza voglia di shopping

A volte i saldi danno alla testa e lo shopping si trasforma in delirio. È esattamente quello che è successo a Londra, con una svendita totale pubblicizzata dal famoso negozio “American Apparel”, con sede a Brick Lane, nella zona orientale della capitale britannica.

I titolari dell’esercizio commerciale avevano promosso l’evento su internet e soprattutto su Facebook, attraverso un gruppo cui si erano iscritte più di 30mila persone.

Tuttavia, nonostante la massiccia campagna promozionale, nessuno si sarebbe mai aspettato una tale affluenza: oltre 2mila persone in fila davanti al negozio in attesa dell’apertura. Un grande affollamento, inaspettato, per il quale non si aveva previsioni.

Il “Times” racconta di un grande dispiego di agenti di polizia, per calmare l’immensa e agguerrita folle decisa ad accaparrarsi anche un solo pezzo della collezione offerta a prezzi scontatissimi, tutto al di sotto di 50 sterline, poco più di 55 euro. Le grida e le spinte per tentare di entrare nel negozio e il conseguente nervosismo generale hanno acceso la miccia e così si è scatenata una portentosa rissa, in cui, oltre a un incalcolabile numero di contusi, sono rimasti feriti dieci poliziotti e tre individui sono stati tratti in arresto per offesa a pubblico ufficiale.

Su internet, e specialmente su YouTube, impazzano i video che hanno ripreso l’accaduto, in cui si vedono gli agenti di polizia rincorrere e caricare i più ribelli, alcuni individui che stavano dando in escandescenze, mettendo in pericolo l’incolumità degli altri presenti, nel tentativo di allontanarli dal piazzale antistante al negozio. Urla e persone che fuggivano sui tetti delle auto, con i poliziotti che a fatica riuscivano a rispondere, a colpi di manganellate.

Nonostante l’increscioso episodio, la vendita a prezzi stracciati continuerà nei prossimi giorni. Il responsabile del punto vendita ha garantito che si curerà di prendere le necessarie precauzioni per fare in modo che quanto accaduto non si verifichi più.

Emanuele Ballacci