Home Notizie di Calcio e Calciatori

Pagelle di Cagliari-Milan: Cossu e Borriello i migliori, bene anche Seedorf e Ragatzu

CONDIVIDI

L’altalenate partita di Cagliari, terminata 3-2 per i rossoneri ha in Cossu e Borriello i suoi interpreti migliori. I due giocatori sono stati le anime offensive della propria squadra. Ottima la partita del giovanissimo Ragatzu. Nota positiva anche per Seedorf, non per Ronaldinho che manca di continuità. Giornata nera per i difensori centrali delle due squadre, soprattutto per Astori e Canini.

Ecco le pagelle:

MILAN

Dida voto 7: Sembra ritrovato il portiere brasiliano dopo questo match. Un pezzetto di questa vittoria è anche suo dal momento che si rivela decisivo nel secondo tempo. Neutralizza infatti, una pericolosa conclusione di Matri, respinge un grande colpo di testa di Larrivey e anticipa Jeda e Ragatzu con uscite decisive.

Abate voto 6: Il cross che porta al gol del 2-3 è suo anche se non ha merito nell’autorete. Per il resto una prestazione sufficiente dell’esterno dopo una serie di prestazioni sotto la media. Bene così, il suo contributo serve eccome alla causa rossonera.

Antonini voto 6,5: Anche sulla corsia di sinistra si assiste alla buona partita di Antonini. Il terzino corre tanto, spinge in avanti ed è decisivo in un paio di occasioni quando chiude su Cossu e Larrivey che altrimenti avrebbero battuto a colpo sicuro.

Favalli voto 5: Non una bella prestazione da parte dell’attempato difensore milanista. Rimane fermo nei due gol subiti ed è impreciso nelle marcature. Soffre tantissimo gli inserimenti di Cossu.

Thiago Silva voto 5,5: Qualche buona chiusura nel primo tempo, ma il suo voto non è tanto distante da quello del suo compagni di reparto. Deve tenere la linea difensiva in assenza di Nesta e non può permettersi certe distrazioni, come in occasione del primo gol.

Pirlo voto 5: Perde il pallone che da al Cagliari l’occasione del 2-2, sinceramente non è un errore da lui. E non è proprio la giornata che compete ad un giocatore come Pirlo. Poche geometrie e poche idee, neanche il piede è il solito goniometro.

Seedorf voto 6,5: Bella la partita dell’olandese che risulta fondamentale per questa squadra. I suoi passaggi smarcanti portano sempre gli attaccanti di fronte al portiere avversario e se questi avessero avuto maggior freddezza sotto porta, staremmo qui a parlare di tre-quattro assist. Invece è solo uno, ma Seedorf è il collante necessario tra centrocampo e attacco rossonero.

Ambrosini voto 5,5: Partita sottotono da parte del biondo capitano. Come al solito lotta tanto, ma oggi soffre molto, perde diversi contrasti e sbaglia alcuni passaggi. Non è questa la quantità che Leonardo cerca per il suo centrocampo. Si fa anche ammonire perdendo un po’ i nervi.

Huntelaar voto 6,5: Quando viene sostituito dice “chi io?”. Vaglielo a spiegare che Leonardo ha deciso di difendersi inserendo Zambrotta. Peccato perché stava crescendo sempre di più l’olandese. Il suo gol è una perla che dimostra il valore di questo attaccante. Ha bisogno di più fiducia.

Ronaldinho voto 6: Qualche buon lancio, qualche buona imbeccata di classe, ma troppo poco per quello che dovrebbe essere il valore aggiunto del suo team. Luci e ombre per il fantasista che nell’ultimo mese e mezzo, ha perso un po’ di lucidità.

Borriello voto 7: La vera spina nel fianco della difesa avversaria. Risponde presente dopo ‘6 minuti siglando il gol dell’iniziale vantaggio e poi è il terminale offensivo dei suoi, agganciando i bei palloni che arriva da Seedorf e Dinho. Cala un po’ nel secondo tempo, ma fa il suo.

Zambrotta voto 5,5: Deve ridare gas alla fascia di sua competenza e coprire allo stesso modo. Non lo fa benissimo e il tempo a sua disposizione non è tanto.

Gattuso sv: Gioca pochi minuti, ma lascia intravedere la voglia di giocare che ha dentro e la grinta che lo ha sempre contraddistinto.

Oddo sv

CAGLIARI

Marchetti voto 4: Non è questo il portiere che ci serve in Sudafrica come vice-Buffon. Sbaglia praticamente tutto in questa partita. Uscite poco convinte, qualche avventura che rischia di diventare pasticcio e l’inguardabile liscio che porta all’autogol di Astori. Da dimenticare.

Astori voto 4: Come anche da dimenticare è la partita del difensore centrale. Davvero un disastro ogni volta che tocca palla. Se gli attaccanti milanisti fossero stati più lucidi sottoporta, poteva essere una goleada a causa dei suoi errori. La sua espressione dopo l’autogol è l’emblema della giornata difensiva del Cagliari.

Canini voto 4: Pessima anche la partita di Canini. Nel primo tempo passa praticamente qualsiasi cosa al di là della linea difensiva e non riesce ad organizzarsi in marcatura a causa dei movimenti offensivi avversari. Con i tre gol di oggi, le reti subite dai sardi sono 50, troppe. Con queste prestazioni non ci si può aspettare diversamente.

Agostini voto 5: Non si salva neache lui dalla brutta prova della difesa. Soffre le incursioni di Abate e non riesce mai ad essere propositivo.

Pisano voto 5: Allegri lo aveva mandato in campo per spingere, invece il terzino non è apparso completamente recuperato dall’infortunio e non regge i ’90 minuti. Assente in avanti per quasi tutta la partita.

Conti voto 5,5: Un po’ l’alter ego di Ambrosini nei rossoblù. Il capitano corre tanto, ma sbaglia troppo e contiene poco. Poi ingaggia una lotta a tacchetti e parole con il capitano rossonero e non combina niente di più.

Biondini voto 6: Tanta corsa e tanta volontà per il settepolmoni del centrocampo sardo. Oggi non riesce ad incidere come vuole anche se crea qualche grattacapo alla difesa avversaria con i suoi cross.

Lazzari voto 5,5: La tecnica c’è e anche la visione di gioco, purtroppo oggi appare scialbo atleticamente. Apparte un paio di belle intuizioni nel verticalizzare, è poca cosa.

Cossu voto 7: Sicuramente il migliore fra l’undici di casa. E’ suo il passaggio che ha portato al primo pareggio, fornisce l’assist per il 2-2 ed è l’unico che per tutti i ’90 di gioco mette in difficoltà la retroguardia del diavolo con i suoi inserimenti e le sue giocate smarcanti.

Matri voto 5,5: Ha il merito di segnare il gol del 2-2 e si rende pericoloso con una conclusione nel secondo tempo parata da Dida. Ma nel complesso non si muove molto e gioca in maniera abbastanza statica e prevedibile. Sa fare di meglio.

Ragatzu voto 7: Insieme a Cossu, il migliore dei suoi. Primo gol in Serie A per questo giovane vanto del vivaio sardo. Non ancora 19enne, riesce a giocare con grande personalità e grinta. Non sbaglia niente e dimostra una buona mobilità, tecnica e visione di gioco. Metteteci pure il gol, più di così…

Dessena voto 6: Dopo il suo ingresso, il Cagliari trova finalmente la spinta che stava cercando.

Jeda voto 6: Qualche buona occasione, ma viene sempre anticipato sul più bello.

Larrivey voto 6,5: Dal suo ingresso in campo, è lui che va più vicino al pareggio, peccato che il tempo a disposizione sia poco.

Giuseppe Greco