Home Spettacolo

Sergio Muniz, un ex naufago che non segue la tv… E in particolare l’Isola dei Famosi

CONDIVIDI

Sergio Muniz, il bel tenebroso che nel 2004 è uscito vincitore dall’Isola dei Famosi, sembra avere nel frattempo cambiato idea riguardo   ai reality show. Il modello e attore infatti ha recentemente confessato di non amare particolarmente il tipo di format televisivo, nonostante il suo debito di celebrità con il programma condotto da Simona Ventura, che per fortuna mantiene sempre ben presente: “Non voglio dire che critico questo programma, ma soltanto che quando accendo la televisione preferisco sintonizzarmi su un altro tipo di trasmissione. E comunque continuerò sempre a ringraziare l’Isola per ciò che ha fatto per me”. Ma aiutare gli indici d’ascolto, non sembra proprio quello che al bel modello va di fare.

Questo è quanto Muniz ha confessato a “Eva“; in modo ancor più incisivo ha poi aggiunto che “Non vedo l’Isola dei Famosi semplicemente perché non ho mai seguito nessun reality”. Tutto ciò alla luce del primo disco uscito, in cui Muniz si destreggia con dieci brani inediti in un’ancor più inedita veste di cantante. Le canzoni dell’album sono tutte in spagnole, la cui composizione è stata anche molto lunga e laboriosa e hanno richiesto un notevole impegno emotivo a Sergio Muniz. Una Carla Bruni al maschile, da cui non possiamo che aspettarci moltissimo.

Forse dunque ciò che manca al modello non è un trampolino di lancio, quanto dei nuovi sbocchi a una fama già consolidata (laddove il nome può essere dimenticato da una mente distratta, il fisico non passa certo inosservato). Del cinema, che pure gli ha dato tanto, non esita a definirlo semplicemente come “la sua maggiore fonte di guadagno”.
Lanciatosi anche nel campo della musica, Muniz ci tiene a dire anche che in futuro non gli dispiacerebbe cimentarsi come conduttore, cosa già sperimentata nella trasmissione spagnola “El Traitor“, anche se non con grande soddisfazione soprattutto a livello personale. In particolare, al nostro Sergio piacerebbe un programma di documentari…

Rossella Mazzanti