Home Notizie di Calcio e Calciatori

Serie A, Vucinic gol e la Roma sbanca Bari. Inter ancora a -1, la corsa scudetto continua

CONDIVIDI

La Roma non molla, la corsa scudetto continua. I giallorossi passano anche al San Nicola, dove hanno avuto la meglio su un Bari che non ha lasciato un centimetro fino alla fine. A decidere ancora una volta Mirko Vucinic, autore del gol che mantiene i giallorossi due punti sopra il Milan e ad un solo punto dalla capolista Inter. Grande spettacolo sugli spalti, con circa 10.000 tifosi provenienti dalla Capitale.

Ventura è costretto a schierare un Bari d’emergenza viste le importanti assenze di Almiron, Donati e Meggiorini, sostituiti con Gazzi, De Vezze e Castillo. Ranieri, invece, schiera il trio d’attacco composto da Totti, Toni e Vucinic.

Inizio gara che lascia intendere un Bari voglioso di fare risultato, difatti la prima occasione del match è proprio di marca biancorossa, con Alvarez all’8′ che dopo una fuga sulla destra si accentra ma al momento del tiro di sinistro, viene stoppato molto bene da Burdisso. La Roma pochi minuti dopo crea la sua prima azione pericolosa, con Totti che pennella in area per Toni in posizione favorevole, ma il colpo di testa dell’attaccante è troppo schiacciato e viene neutralizzato da Gillet.

Ancora giallorossi vicini al vantaggio, stavolta è Vucinic ad andare via sulla sinistra e a servire in area una palla d’oro per De Rossi che incredibilmente spara alto di collo destro con tutto lo specchio della porta a disposizione. E’ il preludio alla rete romanista: al 25′ Totti serve centralmente al limite dell’area  per Toni, il numero trenta si gira e serve l’accorrente Vucinic che fredda Gillet per l’1-0 giallorosso che porta la Roma momentaneamente in testa alla classifica fino al gol dell’Inter.

Da questo momento in poi il Bari punta tutto sulla velocità di Alvarez, che mette spesso in crisi con la sua velocità Riise, che deve faticare non poco per tenere a bada l’honduregno. Il primo tempo si chiude con il Bari che prova a venire su e la Roma che gestisce il ritmo di gioco.

La ripresa inizia con i padroni di casa all’attacco. Ventura sostituisce il deludente Kamata per far posto a Rivas, ed i risultati sono subito efficaci: lo stesso Rivas infatti, dopo due minuti raccoglie un cross dalla destra di Alvarez, con una finta si libera di Taddei e serve un pallone in area per Castillo, anticipato a pochi passi dalla linea dal pronto Riise. E’ un Bari aggressivo questo del secondo tempo, che vuole fare di tutto per trovare il gol del pareggio. Barreto ha la grande occasione per trovare la rete dell’1-1 ricevendo un pallone perso da Pizarro, ma la conclusione della punta barese davanti a Julio Sergio è sciatta e debole.

Roma che reagisce al 16′ con Totti che, dopo uno scambio con Toni, calcia debolmente in porta. Al 17′ primo cambio anche per Ranieri, fuori Vucinic e dentro Julio Baptista. Dieci minuti dopo è il turno di Francesco Totti: Ranieri cerca maggiore copertura a cebtrocampo e sostituisce il numero dieci con Brighi. Buono il rientro del capitano giallorosso, che si è mosso molto bene sulla trequarti ed ha terminato la sua gara in discrete condizione fisiche. Al 30′ il brivido è ancora per la Roma, con una conclusione di Barreto che viene respinta in area da Julio Sergio. Ventura prova a dare la scossa ai suoi e fa entrare il brevilineo Sestu al posto di Castillo

Negli ultimi 15′ di gioco le occasioni scarseggiano da entrambe le parti, con la Roma che cerca di tenere a bada le arrembanti ali baresi e la squadra pugliese che tenta invano di raggingere il pari. Ultimi 15′ in cui sale in cattedra David Pizarro: il cileno detta i tempi, rallenta ed accelera l’azione, conquista punizioni, fa tutto. Per il Bari non c’è niente da fare e la festa alla fine è tutta per la Roma e per i suoi 10.000 tifosi, che si godono ancora la corsa scudetto ed il ventiduesimo risultato utile di un squadra che continua ad inseguire l’impresa.

Il tabellino del match:

BARI (4-4-2): Gillet; Belmonte, Masiello A., Bonucci, Masiello S.; Alvarez, Gazzi, De Vezze, Kamata (45′ st Rivas); Barreto, Castillo. A disp.: Lamberti, Stellini, Parisi, Allegretti, Koman, Sestu. All.: G. Ventura.
ROMA (4-3-1-2): Julio Sergio; Cassetti, Burdisso, Juan, Riise; Taddei, Pizarro, De Rossi; Totti (26′ st Brighi); Toni, Vucinic (18′ st J.Baptista). A disp.: Doni, Mexes, Motta, Tonetto, Cerci. All.: C. Ranieri.
ARBITRO: Nicola Rizzoli di Bologna. Assistenti: Nicola Nicoletti e Roberto Romagnoli. Quarto Uomo: Antonio Giannoccaro di Lecce.
MARCATORI: 19′ Vucinic.
NOTE: Corner: 2-4. Fuorigioco: 0-1. Ammoniti: Recupero: Primo Tempo: 1′  Secondo Tempo: 4′

Francesco Mancuso