Home Anticipazioni

Visita della Polverini al S.Camillo di Roma

CONDIVIDI

La neopresidente della Regione Lazio Renata Polverini si è recata all’ospedale S. Camillo di Roma per la sua prima visita, senza preavviso, a un ospedale. Accolta prima delle elezioni con una certa freddezza, la Polverini è stata accolta con un certo entusiasmo. “Questa non è una visita a sorpresa – ha dichiarato – ma è un dovere venire qui per chi può cambiare le condizioni della sanità e mantenere costante un rapporto con le persone, cosa che io intendo fare. Non c’è modo migliore di questo per dare le risposte che le persone si aspettano e noi abbiamo il dovere di dare”.

La prima visita era stata avvolta dalle polemiche; infatti l’allora candidata si era rammaricata per non aver incontrato il direttore generale Luigi Macchitella e per aver trovato l’aula magna deserta. Durante la visita di ieri, la neopresidente ha visitato i reparti e parlato con i malati: “Non c’è nessun modo migliore di questo – ha dichiarato – per dare le risposte che i cittadini si aspettano e che noi abbiamo il dovere di dare”. “Mi hanno confermato che c’è un’altissima professionalità: mi hanno parlato molto bene dei medici e degli infermieri. Purtroppo c’è un’esigenza di posti letto. A Medicina generale – ha aggiunto – ho incontrato una signora in corridoio in una situazione di disagio da qualche giorno. Maternità invece è un reparto bellissimo, ho visto tante famiglie gioiose”.

Infine, Renata Polverini ha parlato della necessità di raccogliere le segnalazioni dei cittadini sulla sanità: “Stiamo ragionando su una modalità per raccogliere, non solo nelle sedi istituzionali, tutte le segnalazioni dei cittadini. La gente le cose te le vuole dire, ma non sa come. Voglio avere un rapporto diretto con i malati e gli operatori. Voglio essere presente. Per questo continuerò a visitare le strutture a Roma e in tutto il Lazio”.

Stefano Bernardi