Home Notizie di Calcio e Calciatori

Canovi:” Fiorentina e Palermo protagoniste del mercato”

CONDIVIDI

Tuttomercatoweb ha contattato l’Avvocato Dario Canovi, uno degli agenti più conosciuti del panorama nazionale.

Mourinho e Balotelli, secondo lei, resteranno all’Inter?
“Per quanto riguarda Balotelli sono convinto di si, su Mourinho ho qualche dubbio: dovesse vincere ancora, dopo aver ottenuto successi in Portogallo, Inghilterra e Italia potrebbe cercare di farlo anche in Spagna. In caso contrario, certe sue filippiche contro il calcio italiano potrebbero essere ugualmente il preludio ad un addio”.

Come si muoverà il Milan sul mercato?
“Non credo che farà grandi acquisti. Qualche buon acquisto si, ma ormai il Milan non può più muoversi come qualche anno fa, anche per la posizione politica del suo patron, che davanti alla situazione economica del nostro Paese deve tenere un certo comportamento”.

Alla Juventus avverrà una vera e propria rifondazione?
“Se i risultati continueranno ad essere quelli degli ultimi mesi direi proprio di si, anche se non so in quale misura; sicuramente lo farà dal punto di vista tecnico, poi non sono in grado di dire se sarà così anche a livello dirigenziale”.

La Roma diventerà protagonista anche sul mercato?
“La Roma si è sempre mossa bene, sa davvero fare mercato; bisogna dare dare atto a Pradé di saperci fare, visto che con pochi soldi è riuscito a fare degli ottimi innesti, penso alle operazioni relative a Toni e Burdisso ma anche a quelle di Doni e Julio Sergio; con gli eventuali proventi della Champions League potrà fare ancora meglio”.

E’ finito un ciclo per la Fiorentina?
“Da quello che hanno detto Prandelli e Della Valle sembrerebbe di no, e poi ha Corvino, che ritengo il miglior uomo di mercato in Italia: ricordo che quando era al Casarano mi chiamò per chiedermi un consiglio, e già allora si intravedevano le sue grandi doti; nel frattempo ha acquisto ulteriore esperienza, soprattutto a livello internazionale; la Fiorentina ha poi dei grandi giovani; penso ad esempio a Keirrison, che non bisogna dimenticare che ha solo 20 anni. Questo ragazzo avrà giocato si e no 90 minuti e ha realizzato un gol e gli è stato negato un rigore sacrosanto contro la Juventus; e se penso a come era quel grande campione che è ora Luca Toni alla sua età ho detto tutto. Penso che finché ci saranno Prandelli, Corvino ed uno dei Della Valle la Fiorentina continuerà ad essere protagonista”.

Di cosa ha bisogno il Napoli per diventare una grande a tutti gli effetti?
“Al Napoli mancano un centrocampista centrale, un difensore centrale e una prima punta e penso che De Laurentiis li acquisterà. E poi non dimentichiamo che Mazzarri è uno dei migliori allenatori in circolazione, capace di far rendere le proprie squadre ben oltre il loro effettivo potenziale, basta pensare al fatto che con la Sampdoria è riuscito a battere il Siviglia”.

Se il Palermo dovesse qualificarsi per la Champions League, riuscirà a seguire l’esempio della Fiorentina nella massima competizione europea?
“A Palermo c’è un altro grande uomo mercato, all’altezza di Corvino, che è Walter Sabatini; bravo non solo per quello che sa fare sul mercato ma anche a livello di gestione, e quello di direttore sportivo è un ruolo essenziale in una società. Il Palermo poi ha già una grande squadra e soprattutto dei grandi giovani; a inizio stagione mi fu chiesto quale sarebbe stata la sorpresa del campionato: io dissi Pastore, e penso che il tempo mi stia dando ragione. Si, il Palermo ha le carte in regola per far bene anche in Europa”.

Fonte: tuttomercatoweb.com

Pasquale Della Valle