Via crucis: da una diagnosi all’altra

CONDIVIDI

Sembra ormai diventata una prassi per i poveri pazienti ricevere diverse diagnosi da differenti medici per lo stesso sintomo.
E’ un problema serio che assomiglia più ad una via crucis che ad un percorso terapeutico serio e va certamente trovata una soluzione.
I dati sconcertanti emergono da uno studio italiano  pubblicato sulla rivista scientifica internazionale ” Internal Medicine Journal”: consultando per un dolore di qualsiasi natura 10 medici si ricevono 7 diagnosi diverse!
Il problema, sostengono proprio i medici, è che si tende a non ascoltare più i pazienti creando una distanza comunicativa irrimediabile che porta a fare affidamento solo su strumenti tecnici escludendo del tutto il soggetto-paziente

Fiorenza Ciribilli