Home Lifestyle Salute

Chi è più basso della norma rischia di sviluppare maggiormente una malattia polmonare

CONDIVIDI

Si è dimostrato che chi sviluppa una malattia polmonare cronica e’ di solito più basso rispetto alla popolazione generale.

A questa conclusione sono arivati alcuni ricercatori dell’universita’ di Nottingham (Gb), che hanno studiato oltre un milione di persone con piu’ di 35 anni, rilevando che i pazienti con broncopneumopatia cronico-ostruttiva (Bpco) sono piu’ bassi di 1,12 centimetri rispetto alla media.

I risultati sono pubblicati sul “Journal of Epidemiology and Community Health”.

Già in passato si era studiato come la statura più bassa fosse segno di una condizione sociale svantaggiata e dunque di rischi maggiori di incappare in una malattia respiratoria.

 Ma i ricercatori britannici hanno voluto verificare se ancora oggi, anni in cui la povertà è meno diffusa, sussista questo collegamento. Analizzando i dati di 1.025.662 persone contenuti nel database Health Improvement Network, gli esperti hanno potuto verificare la presenza dell’associazione bassa statura-malattie polmonari, soprattutto nella fascia d’età 35-49 anni.

Un motivo in piu’, secondo gli studiosi, per migliorare l’assistenza alle persone indigenti, che fin da piccole ricevono una scarsa nutrizione e, dunque, sono più a rischio una volta adulti di dover fare i conti con vari tipi di malattie.

Wanda Cherubini