Home Notizie di Calcio e Calciatori

Inter- Mourinho: ” Il Cska sposta le partite, come Galliani fa in Italia”

CONDIVIDI

Domani l’Inter affronterà in Champions League la partita di ritorno dei quarti di finale contro il Cska. Difficile trasferta in Russia dove ad attenderli ci sarà una squadra riposata in quanto non ha giocato sabato. E’ proprio questa situazione che fa arrabbiarre l’allenatore interista Josè Mourinho. Se infatti la sua squadra ha affrontato sabato pomeriggio il Bologna, nell’impegno di campionato, i russi invece hanno usufruito di un turno di riposo.

Il Ct portoghese non parla dopo le gare di campionato ma riesce a fare polemiche, come sempre, prima delle partite di Coppa. “Il Cska ha già fatto una cosa per vincere: non ha giocato sabato. Hanno utilizzato una scusa un po’ triste, ma l’hanno fatto molto bene. Certo potevano dire la verità”.

La gara della squadra russa è stata rimandata infatti al 14 aprile. Secondo la stampa e le autorità russe questa decisione sarebbe stata presa in conseguenza agli attentati terroristici avvenuti recentemente, in particolare a quello della metropolitana di Mosca. Ma per Mou queste sarebbero solo scuse niente di più…

L’allenatore neroazzuro però getta altra legna al fuoco. Oltre ad attaccare la squadra russa lancia una bella frecciatina a un dirigente italiano. Attacca Adriano Galliani, come del resto ha già fatto in passato. L’Amministratore Delegato rossonero sarebbe una sorta di manipolatore che decide quando far giocare il suo Milan cercando di avvantaggiarlo in tutti i modi; metterebbe in difficoltà invece le altre squadre ad esempio l’Inter…

“Mesi fa ho fatto i complimenti al dottor Galliani, che ha fatto quella che nei nostri paesi chiamiamo una giocata intelligente “. Ecco le parole che usa per dire che l’Amminastratore Delegato rossonero ha fatto un pò quello che ha voluto cercando di portare l’acqua al suo mulino.

Ultime dichiarazioni poi: “Il mio silenzio in campionato continuerà. Balotelli? E’ importante, ma può essere in campo, in panchina o in tribuna.”

Gli viene poi chiesto se ha mai pensato alla possibilità di allenare una squadra russa. “Se allenerei in Russia? Solo al Cska così posso cambiare le partite quando voglio”.

Filomena Procopio