Home Lifestyle Salute

Scoperti i meccanismi della riproduzione asessuata

CONDIVIDI

Una specie di lucertole che si riproduce asessualmente ha sviluppato un meccanismo per evitare che i difetti genetici vengano trasmessi alla prole, dando vita a problemi di salute che nelle altre specie si verificano quando ci si unisce tra consanguinei.

I ricercatori dell’universita’ del Kansas hanno studiato la Aspidoscelis tellesata, una lucertola di cui in natura esiste solo il genere femminile, una condizione comune a una settantina di specie animali, soprattutto pesci e rettili.

Dalle analisi del Dna delle uova e’ emerso che questa lucertola ha un ‘trucco’ per preservare la specie: le cellule germinali, quelle da cui si sviluppano gli ovuli, hanno due coppie di cromosomi, e non una sola come negli altri animali.

Questo fa si’ che quando due ovuli si uniscono l’embrione risultante riesca a ‘scegliere’ il Dna migliore, evitando i difetti connessi al fatto che il materiale genetico proviene da un solo individuo.

Questo, secondo gli esperti,  non spiega ancora come mai queste specie riescano a sopravvivere , visto che comunque non ci sono le mutazioni derivanti dal mescolamento di Dna che garantiscono l’evoluzione.

Comunque sembra che in questo caso quella scelta da queste lucertole sia la via giusta per assicurarsi la sopravvivenza.

Wanda Cherubini