Home Spettacolo Gossip

Amici 9, Emma Marrone adorata da Platinette, sogna l’ Ariston

CONDIVIDI

La vincitrice della nona edizione di “Amici”, Emma Marrone ha spiegato durante un’ intervista rilasciata al settimanale “Tv, Sorrisi e Canzoni”, come l’ affermazione al talent show le abbia ragalato un importante chance per entrare nel mondo della musica, quando ormai pensava che le sue opportunità erano giunte agli sgoccioli e stava per alzare bandiera bianca:

“E’ arrivata nel momento in cui pensavo che tutto dovesse finire, invece le cose più belle arrivano quando meno te le aspetti. La vita ti sorprende sempre … Oggi ho 25 anni, una maturità diversa, uno spirito più sereno. La musica non deve farmi uscire di casa, la musica è la mia vita. Ho capito che nessuno ti regala niente. Devo rimanere con i piedi per terra e fare le cose un passo alla volta. Cominciare dalle briciole della torta, non tuffarmici dentro, perché le indigestioni fanno male”.

La cantante salentina, che ha battuto sul filo di lana l’ eterna antagonista Loredana Errore confessa di ricordare in modo sbiadito gli attimi concitati del suo trionfo ed i momenti successivi, quando è stata assalita dai compagni della scuola:

“Ho rivisto delle immagini: mi sono buttata per terra in scivolata, ho esultato come un calciatore, mi sono rotolata in mezzo ai coriandoli, ma ero talmente emozionata che il cervello se ne è andato in black out”.

La giovane cantante, nativa di Firenze ma da sempre ad Aradeo nel Leccese, ora non si pone limiti e si dice pronta anche ad una chiamata al prestigioso Festival di Sanremo: “E’ il mio sogno fin da bambina … io ci andrei eccome. Magari con un pezzo di Pierdavide Carone. Così magari vinco” – chiosa con ironia, riferendosi al brano vincitore della sessantesima edizione del Festival, interpretato da Valerio Scanu e scritto proprio dal cantautore tarantino.

Oltre i complimenti giunti alla redazione di “Amici” da parte di Gianna Nannini ed Anna Oxa, con la quale ha duettato e che hanno voluto porgere di persona le congratulazioni per il traguardo conquistato al talent, anche Platinette sottolinea la bravura di Emma, d’ altronde il debole per la voce ed il carisma della Marrone hanno sempre fatto breccia nel suo cuore:

“Emma è partita da un’ottima base di professionismo avendo partecipato a un altro talent show. Ma la cosa importante è che sia cresciuta. Il risultato si è visto: è diventata più morbida. Pur con la passionalità di una venticinquenne, ha imparato a calibrare le sue corde sulle esigenze di un pubblico generalista”.

Gionata Cerchiara