Home Notizie di Calcio e Calciatori

Bologna, Di Vaio: “Vincere la paura per trovare la salvezza”

CONDIVIDI

In casa Bologna c’è timore per gli ultimi impegni di campionato, la salvezza non è ancora sicura. Cio che è certo, è che gli obbiettivi e le strategie sono chiare a capitan Di Vaio che fa il punto della situazione:”Da qui alla fine giocheremo contro dirette concorrenti, dobbiamo lavorare bene e non sbagliare. Ora è già determinante la partita di domenica contro la Lazio, ma non dimentichiamo che le ultime partite erano proibitive: abbiamo affrontato la prima e la seconda in classifica, poi siamo andati a giocare a Palermo in casa di una squadra che vuole conquistare la qualificazione alla Champions League. Dobbiamo ancora conquistare la salvezza, un obiettivo fondamentale per la società e la squadra.”

Dopo aver dilapidato sette degli undici punti che la separavano dalla zona retrocessione, la squadra di Colomba ha un solo obbiettivo: 6 punti in 6 gare. Gli attuali 35 punti, portati a 40, consentirebbero di mettersi al sicuro, ma il tecnico rossoblù afferma che il 41° punto darebbe la sicurezza matematica. Questo in virtù del fatto che Lazio e Catania ancora lottano e l‘Atalanta ha conquistato punti importanti nelle ultime gare. Proprio contro i nerazzurri avverrà l’eventuale scontro “salvezza” il prossimo 2 maggio a Bergamo. I felsinei, naturalmente, provano ad arrivarci già con la salvezza in mano. Il calendario sorride più a loro che agli atalantini. Gli orobici, attualmente terz ultimi, affronteranno le trasferte di Napoli, Roma e Inter mentre accoglieranno in casa Fiorentina e Palemo. Incontri tutti proibitivi per i ragazzi di Mutti.

Al contrario, Colomba può aggrapparsi ad un cammino più agevole. Le gare interne infatti vedranno arrivare al “Dall’Ara”, Parma, Catania e Cagliari. Al di là dei siciliani che comunque non sono messi malissimo, saranno tutte squadre già salve che poco hanno da chiedere agli ultimi scampoli di questo torneo. Ora la strategia dei rossoblù si incentra in questo: cercare al più presto una vittoria, mettendo mezza posta in cassaforte, o gestire più pareggi? Nella prossima sfida con la Lazio avremo la risposta.

Giuseppe Greco