Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Contro il clero su facebook: l’assessore si dimette e chiede scusa

0
CONDIVIDI

Miria Ronchetti non è più assessore alle Politiche sociali del Comune di Carpi. Già perchè seppur un gioco, facebook rimane un social network e in poco più di pochi secondi diffonde il proprio pensiero positivo o negativo che sia. Ma non e’ che i preti non vogliono l’aborto perche’ vogliono tanti bambini a loro disposizione?”.
Questa la frase fatidica che ben presto ha fatto firm,are le dimissioni all’ assessore. Una provocazione sulla posizione della Chiesa riguardo la pillola abortiva RU486 accostata alle polemiche sui casi di pedofilia nel clero.
Se a postare fossero stati ragazzini all’ ennesima bravata non se ne sarebbe parlato più di tanto dopo bullismo, svastiche, vandali e una società al limite del border line, ma se le parole sono di una persona che sostiene una carica pubblica stiamo messi male. Se è anche un’ esponente di una lista civica che spera di raccogliere adesioni, è peggio.

”Mi viene un pensierino molto cattivo” aveva premesso la Ronchetti,  rimuovendo poi il contenuto dal sito venerdì scorso: troppo tardi però. Dopo, l’ annuncio delle sue dimissioni con tante scuse per chi aveva offeso.
”Il primo cittadino Enrico Campedelli – fa sapere una nota del Comune – ha deciso di dare corso all’estromissione dell’esponente della Lista civica dalla giunta comunale, firmando questa mattina alle 10 la revoca del mandato all’assessore”.  Un sindaco che si ritrova a fare i conti con i media e con l’umanità delle persone, con il loro esporsi, e la voglia di esprimersi in tutto e per tutto senza pensare, senza riflettere sulle conseguenze.  
”Pur riconoscendo il lavoro prezioso svolto dall’assessore Ronchetti in questi mesi, e ringraziandola per la collaborazione prestata – spiega il sindaco di Carpi – quanto avvenuto ha fatto venire meno il rapporto fiduciario che aveva portato alla sua nomina. Chi ricopre cariche istituzionali, a qualsiasi livello, non credo possa permettersi dichiarazioni come quelle pubblicate su Facebook”. A fare eco al primo cittadino anche il vescovo di Carpi, Monsignor Elio Tinti: “Rispetto e tolleranza devono guidare chi opera nelle istituzioni”. Parole sante, è il caso di dirlo. E se facebook riuscisse a liquidare tutti i “mal pensanti”, chissà forse tra porno e traffici illeciti, sarebbe pure un’ opera di bene.

Ilaria Salzano

 

.