Home Notizie di Calcio e Calciatori

De Nicola: ” Moggi manca alla Juve”

CONDIVIDI

Nello De Nicola, ex responsabile del settore giovanile della Juventus, parla del campionato a Tuttomercatoweb.com.

Chi pensa potrà prevalere nella lotta per il titolo?
“In ottica lotta Scudetto credo che i tifosi della Roma e la stessa Roma società siano tra i primi sostenitori dell’Inter in Champions League. Più concentrata è l’Inter per la Champions e più facile per la Roma potrà essere andare avanti in campionato. Sicuramente se la giocheranno fino all’ultimo. Il Milan, ormai, è fuori dai giochi, gli è costato caro il pareggio con la Lazio. Ancora una volta nel Milan si è dimostrato il grande valore che ha Nesta in fase difensiva, senza di lui la squadra rossonera è tutt’altra squadra”.

Quale sarà l’acquisto più importante per la Roma?
“La Roma ha un organico importante e credo che non abbia bisogno di grandi aggiustamenti se non di riscattare Luca Toni”.

Come si concluderà la vicenda fra Mourinho e Balotelli?
“Io credo che finirà bene, il procuratore di Balotelli porterà la giusta pace”.

Cosa dovrà fare il Milan per avvicinarsi ulteriormente all’Inter?
“Io credo sarà da mettere a posto il reparto difensivo. Intanto, poi, ci sarà da vedere la conferma dell’allenatore o chi prenderà il suo posto. A quanto leggo la volontà di Leonardo è di andare via. Se c’è un cambio di allenatore si modifica anche il piano della società a seconda delle richieste del nuovo mister”.

Cosa deve fare, invece, la Juventus?
“Dovrebbe ricominciare partendo dalla scelta dell’allenatore in funzione del progetto che vogliono impostare: con i giovani io punterei su Allegri, ma la Juventus è abituata a vincere sin da subito. Serve allora un allenatore importante, che vince, come Prandelli. Da puntellare, però, c’è anche la rosa: bisogna decidere i giocatori attuali che devono rimanere ed io punterei su Del Piero, Candreva, Iaquinta e Trezeguet”.

Servono rinforzi anche in difesa?
“Soprattutto in difesa: si parla di giovani importanti, come Bonucci, ma senza nulla togliere forse c’è bisogno di gente pronta da subito. Io il vero acquisto, però, lo farei altrove”.

Il riferimento è alla dirigenza?
“Il sogno di tutti i tifosi bianconeri è il ritorno di Luciano Moggi: lui ha dimostrato quello che è capace di fare per questi colori e la sua assenza sta portando i risultati che tutti vediamo”.

A Firenze è finito un ciclo?
“Sì, è finito un ciclo, non ci sono dubbi. A dirlo è la modifica dello stesso programma. Anche se non sono all’interno, questo è quello che emerge. Peccato che siano sorte delle problematiche perché erano venute fuori in questi anni grandi cose”.

Sorpreso dal Palermo?
“Il Palermo non mi ha sopreso, anzi, mi sono sorpreso quando stava perdendo delle posizioni importanti. Ora occupa la posizione che merita. Il Palermo può aspirare ad occupare la posizione che ricopre ora fino al termine, vedo un cambio effettivamente di maglia dalla viola alla rosa”.

Al Napoli manca qualcosa?
“Il Napoli ha tutto, non ha bisogni di ulteriori rinforzi. C’è poco da fare, solo continuare su questa strada”.

Pasquale Della Valle