Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Maroni: La Lega merita la grande riforma costituzionale

CONDIVIDI

Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, non ha dubbi: dopo il successo attestato dalle ultime consultazioni elettorali, la Lega merita di andare avanti sulla via delle riforme, traducendo in realtà le proposte fin qui disegnate a livello teorico.

In un’intervista al Corriere della Sera, il ministro del Carroccio non fa mistero di quello che crede sia giusto riconoscere alla Lega. “Vogliamo – spiega – che sia affidato a Umberto Bossi e Roberto Calderoli il compito di formulare una proposta di grande riforma della Costituzione, disegnando il nuovo assetto costituzionale e federale”.

“Credo – precisa Maroni – che la Lega lo meriti, che sia il riconoscimento del nostro straordinario successo. Siamo pronti e soprattutto abbiamo la capacità per farlo”.

Le priorità indicate dal ministro sono due: “Senato federale e nuova riforma del titolo quinto che va cambiato perché il sistema di competenze concorrenti tra Stato e Regioni ha creato un guazzabuglio con conflitti continui  – ha notato Maroni – davanti alla Corte Costituzionale. Poche materie esclusive allo Stato, tutto il resto alle Regioni“.

E sul modello di presidenzialismo, il ministro dell’Interno confessa di “tifare” per quello alla francese: “Se sono chiare competenze del governo e delle Regioni – spiega – assegna il giusto potere a chi viene eletto direttamente dal popolo e deve poterlo esercitare”.

Sul delicato tema della giustizia, infine, Maroni propone una ricetta fondata sul “raddoppio” del Consiglio superiore della magistratura. “Con la creazione dei due Csm – spiega il ministro – la pubblica accusa stabilisce la lista delle priorità. Ma se poi agisce con ritardo, se fa intercettazioni inutili o se errori e negligenze consentono ai mafiosi di uscire dal carcere, ne paga le conseguenze”.

Maria Saporito