Home Notizie di Calcio e Calciatori

Parma, Carmignani:” Guidolin deve osare”

CONDIVIDI

Pietro Carmignani, come ogni lunedì, rinnova l’appuntamento con la rubrica “Il Gede risponde” su SportParma.com.

“Parma-Fiorentina è stata una bella partita, ricca di spunti e di qualità con ottime giocate da parte di alcune individualità delle due squadre. Entrambe le squadre hanno mostrato collettivi affiatati e hanno cercato il successo fino alla fine. Ne è uscito un pareggio che non cancella gli obiettivi Europei di entrambe le squadre, visto che la classifica è rimasta aperta.”

Ha deciso l’incontro ancora Bojinov, ma Guidolin ha qualche dubbio sul suo utilizzo insieme a Crespo. Giusta la staffetta o potrebbero giocare assieme?

“Bojinov si è confermato un giocatore di talento, su cui puntare. Valuterà la società il da farsi: ha il suo caratterino, ma a Parma ormai lo conoscono e avranno valutato se vale la pensa fare un sacrificio economico anche in base alle sue qualità umane, che contano ancora di più di quelle tecniche. Non so se lui e Crespo debbano giocare assieme, ma se si vuole puntare su entrambi è il momento giusto per capirlo. La situazione è tranquilla, il Parma non corre rischi, quindi Guidolin può permettersi esperimenti e soprattutto osare. A maggior ragione se vuole puntare all’Europa League.”

Prandelli ha dichiarato che resterà alla Fiorentina ma vorrebbe una squadra competitiva. Pensa che potrà essere accontentato? E come?

“Situazione strana la sua. Prandelli ha detto che resterà fino alla scadenza del suo contratto, che è alla fine del prossimo campionato. Non so quanto abbia senso per lui restare se i progetti della società sono diversi. Se non ha in mente di rinnovare con la Fiorentina, meglio che vada subito in una grande squadra e che i viola comincino un nuovo progetto con un altro. Se diversamente Della Valle è disposto a rinforzare la squadra con 3-4 giocatori di valore e renderla competitiva con Inter e Roma, avanti insieme.”

In vetta hanno vinto tutte. Per lei resta l’Inter la favorita?

“L’Inter, che per me resta la favorita, ha vinto facile, grazie anche a Balotelli, ma pure la Roma, in casa di una squadra frizzante come il Bari. I giallorossi con il recupero di Totti, schierato insieme a Toni e Vucinic, hanno ora uno dei tridenti più forti del Mondo. L’Inter invece è attesa da un calendario fitto, con partite decisive ogni tre giorni, e se raggiungerà la semifinale con il Barcellona metterà a dura prova le energie dei giocatori. Dovrebbe farcela visto che l’1-0 con il Cska è un ottimo vantaggio, più di quel che sembra. I russi, che sono comunque squadra tosta, dovranno “fare la partita” e l’Inter avrà la possibilità di dare il meglio di se in rimessa. Dietro Inter e Roma c’è sempre il Milan, e il quartetto che lotta per il quarto posto. E’ sorprendente che sia ancora in corsa una Juve che ha subito 12 sconfitte, numero che un tempo raccoglieva in 3 anni.”

In coda invece c’è già qualche verdetto? Cosa ne pensa dell’esonero di Cosmi dal Livorno?

“Il Livorno, come il Siena, per me è già spacciato. Esonerare Cosmi ora però non ha senso, visto che le occasioni tempo fa c’erano state. Per fortuna hanno ripreso uno già tesserato come Ruotolo, ma non so se l’avvicendamento possa dare una scossa. Sta risalendo l’Atalanta, che resta a contatto con Lazio, Udinese e il Bologna, che dopo 4 ko di fila torna a tremare. Tranquilli, anche se non del tutto, il Chievo e il Catania. Un elogio particolare per la squadra di Mihajlovic, che la fa anche giocare bene e ha sfruttato alla grande l’occasione.”

Fonte: SportParma.com

Pasquale Della Valle