Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Processo Mori, si ricomincia da Martelli. Liliana Ferraro assente giustificata

CONDIVIDI

Sara ascoltato questa mattina l’ex ministro della Giustizia Claudio Martelli nell’ambito del processo a carico del generale Mario Mori e del colonnello Mauro Obinu. L’accusa è il favoreggiamento aggravato a Cosa nostra a causa della mancata cattura del boss Bernardo Provenzano nell’ottobre del 1995.

L’ex guardasigilli socialista è stato citato dai rappresentati dell’accusa, i pm Nino Di Matteo e Antonio Ingroia. Niente da fare invece per Liliana Ferraro, magistrato ed ex dirigente del ministero della Giustizia, già collaboratrice di Giovanni Falcone, che non potrà essere ascoltata per motivi di salute, così come accertato in un certificato medico presentato ai pm.

Sia Martelli che Ferraro sono diventati interessanti ai fini processuali a seguito delle dichiarazioni rese da Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco di Palermo Vito, nell’ambito della cosiddetta trattativa tra lo Stato e Cosa nostra a cavallo delle stragi di mafia dei primi anni novanta.
L’ex ministro Martelli è già stato comunque interrogato dai pm di Palermo e Caltanissetta, dal procuratore aggiunto del capoluogo siciliano Antonio Ingroia, dal pm Paolo Guido, dal procuratore Sergio Lari e dall’aggiunto Domenico Gozzo, nell’ambito dei processi relativi alla presunta trattativa Stato-mafia e quella sulla strage di via D’Amelio.

Vincenzo Marino