Al via Vinitaly 2010, cinque giornate all’insegna del vino

Parte domani la 44^ edizione di Vinitaly, il salone internazionale del vino e dei distillati di Verona, che resterà aperto fino al 12 aprile. “Business, promozione e internazionalizzazione – si legge in un comunicato – sono le parole chiave della rassegna leader di Veronafiere che, dopo la crisi mondiale del 2009, si propone come appuntamento indispensabile per la ripresa e il rilancio del settore”.

All’inaugurazione delle ‘cinque giornate del vino’, fissata, dunque, per domattina alle 10.30, saranno presenti Luca Zaia, ministro per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali e neo governatore della Regione Veneto, il sindaco di Verona Flavio Tosi, il presidente della Provincia Giovanni Miozzi e l’assessore all’Agricoltura della Regione Abruzzo, Mauro Febbo.

“Il nostro obiettivo – sottolinea Ettore Riello, presidente di Veronafiere – è consolidare la nostra leadership, dopo essere stati l’unico organizzatore fieristico ad aver chiuso il 2009 con il bilancio in attivo. La strategia – aggiunge – passa dal continuo miglioramento delle infrastrutture e all’offerta integrata di servizi innovativi per favorire gli scambi commerciali del sistema Paese”. Il prodotto di tale strategia, votata all’internazionalizzazione, prende il nome di Vinitaly World Tour, che è già arrivata in India e due volte negli Stati Uniti e si prepara a sbarcare anche in Russia, Cina, Giappone, Corea e Singapore.

Non solo vino, la manifestazione darà, inoltre, spazio alle produzioni di qualità del Made in Italy con SOL, il Salone internazionale dell’olio d’oliva extravergine di qualità, dove, il 9 aprile, sarà firmato il primo accordo di programma per la promozione dell’extra vergine italiano in Italia e all’estero. L’accordo, che verrà, appunto, firmato da Adolfo Urso, viceministro allo sviluppo economico, e Massimo Gargano, presidente di Unaprol, l’organizzazione di operatori olivicoli che condivide con Veronafiere l’ambizioso progetto, rappresenta un passo estremamente importante verso la promozione e valorizzazione delle nostre produzioni oleicole.

“Grazie alla concomitanza con Sol e Agrifood Club – conclude il comunicato del Servizio Stampa Veronafiere – i visitatori di Vinitaly, in particolare quelli esteri, avranno anche a disposizione il meglio della produzione oleicola e agroalimentare italiana, mentre con Enolitech potranno aggiornarsi su tutte le nuove tecnologie e le attrezzature all’avanguardia per produrre, confezionare, trasportare, vendere e degustare”.

Mauro Sedda