Home Notizie di Calcio e Calciatori

Mediaset contro Sky: Mondiali di calcio anche sul digitale terrestre?

CONDIVIDI

Si è aperto un altro capitolo della battaglia televisiva tra Mediaset e Sky. L’emittente di Silvio Berlusconi pretende di poter trasmettere sul proprio digitale terrestre tutte le partite del prossimo Mondiale in Sudafrica e di quello successivo in Brasile nel 2014.

Come noto, Sky Italia è in possesso dei diritti avendoli acquistati dalla Rai, ma secondo gli impegni sottoscritti con la Commissione Ue a Bruxelles nel 2003, l’emittente di Rupert Murdoch può esercitare questi diritti di esclusiva soltanto sulla piattaforma satellitare, mentre ha l’obbligo di offrire i Pacchetti Premium a chi ne faccia richiesta. Su queste basi, Mediaset ha inoltrato una richiesta di arbitrato nei confronti di Sky alla Camera di Commercio di Milano per ottenere i diritti televisivi a pagamento per il digitale terrestre.

Secondo i massimi dirigenti dell’emittente lombarda la situazione è molto chiara: Sky Italia è costretta rivendere i diritti tv per il digitale terrestre a pagamento nel caso in cui gliene venga fatta richiesta. Se l’arbitrato dovesse dar ragione a Mediaset, tutte le gare del Mondiale in Sudafrica (comprese quelle dell’Italia di Lippi) saranno trasmesse su Premium.

L’arbitrato si dovrà esprimere su una questione non facile: è la prima volta che viene a porsi un problema del genere. Nel 2006, ai tempi del Mondiale in Germania, non esisteva ancora un operatore pay sul digitale terrestre, mentre oggi con l’offerta Mediaset Premium il calcio viene anche offerto a pagamento attraverso le frequenze terrestri.

Anzi: grazie ad un abbonamento nettamente più basso, Mediaset Premium sta facendo una concorrenza sempre più spietata nei confronti di Sky e per quanto riguarda il campionato italiano l’ha già superata a Firenze e Napoli e quasi raggiunta a Roma. Non è un caso che la tv satellitare di Murdoch abbia chiesto alla Commissione Ue di poter operare anche sul digitale terrestre italiano prima del 2011, modificando gli impegni presi nel 2003. Una decisione verrà presa entro la fine del mese.

Pier Francesco Caracciolo

Comments are closed.