Ventenni uccidono l’amica e la cucinano

CONDIVIDI

Non è la scena raccapricciante di un film horror, ma la cruda e macabra realtà di una tragedia consumata in Russia.

Due ventenni, Maxim Golovatskikh e Yury Mozhnov, completamenti ubriachi, hanno ucciso l’amica Karina Barduchian, giovane di 16 anni. Ma non si sono limitati a questo: l’hanno fatta a pezzi e cucinata con le patate.

Il pranzo è stato poi offerto alla coinquilina dello stabile, Ekaterina Zinovyeva, ignara cannibale.

La madre della vittima, disperata, ha dichiarato: “Le nostre vite adesso sono distrutte, ma la cosa più orribile è il modo in cui è stata uccisa mia figlia”.

Il processo, condotto dalla Corte di San Pietroburgo, è ora sospeso perché uno dei giurati si è sentito male dopo aver visionato le foto della vittima.

Simona Leo