Home Spettacolo Cinema

‘Shadow’ negli Usa, continua il successo per l’horror di Zampaglione

CONDIVIDI

Gli americani tengono d’occhio ogni cosa perciò non è sfuggito loro il successo di critica e di pubblico di ‘Shadow’, il film di Federico Zampaglione. La pellicola sarà nelle sale cinematografiche italiane dal 23 aprile ma sbarcherà anche negli states attraverso la casa di distribuzione IFC che vanta già in catalogo titoli come Gomorra, Che, Antichrist, Valhalla Rising. La IFC, dopo un lungo testa a testa con la Lionsgate, si è aggiudicata i diritti dell’horror del leader dei Tiromancino per la sua diffusione in Canada e Nord America.

La pellicola comincerà la sua avventura oltreoceano a luglio, quando verrà presentata in anteprima a San Francisco per l’Another Hole In The Head, un festival cinematografico che mette in scena dei titoli per gli appassionati del genere horror. ‘Shadow’ si avvia perciò a vivere il suo sogno americano portando alto il vessillo del cinema italiano che, in particolare nel genere horror, potrebbe proprio con essa trovare una rinascita. Il film è prodotto da Massimo Ferrero per Ellemme Group distribution ed è stato già venduto in Germania, Austria, Lussemburgo, Svizzera, Medio Oriente e Inghilterra. Molti già lo vogliono come uno dei titoli horror più gettonati e richiesti per il prossimo Festival di Cannes.

Questo lavoro di Zampaglione può già vantare in bacheca dei riconoscimenti ottenuti al Festival del Cinema Horror di Orvieto, quello per la migliore sceneggiatura ed il premio speciale della giuria per il miglior regista horror. Il regista ha inoltre ricevuto dalla rivista cult degli appassionati del genere horror Nocturno il Premio Nuove Visioni, aggiudicato dal cantante dei Tiromancino per il rilancio del film d’orrore nostrano nel mondo. La rivista ha anche dedicato a ‘Shadow’ una copertina, fatto che non accadeva per un film italiano da più di dieci anni. ‘Shadow’ è per Federico Zampaglione il secondo lavoro in qualità di regista; egli debuttò già infatti dietro la cinepresa nel 2006 con il suo primo lungometraggio intitolato ‘Nero Bifamiliare’.

Andrea Camillo