Scioglie un uomo nell’acido. In carcere dopo tre anni

Per Vincenzo Nappi, un imprenditore di Pago Valle Lauro, Frosinone, arriva dopo 3 anni la condanna al carcere. L’uomo, titolare di un parcheggio e lavaggio tir a Piedimonte San Germano, è stato condannato con l’accusa di omicidio volontario ed occultamento del cadavere di Ivan Misu, l’operaio rumeno di 42 anni, vittima di un crimine esasperato.

Nappi, infatti, dopo averlo picchiato e seviziato lo avrebbe anche sciolto nell’acido per eliminare ogni traccia del delitto. La colpa che la vittima doveva espiare? Il furto di alcuni litri di carburante.

Nel commettere il terribile omicidio Nappi non era però da solo. Il suo complice, Fortunato Cusano, è ancora latitante.

Viviana Cimino