Emergency: gli italiani arrestati sotto interrogatorio

Il Ministro dell’interno Afgano, Bashary, ha comunicato che le forze di polizia stanno interrogando i tre italiani arrestati ieri durante un’operazione all’interno di un ospedale di Emergency. A carico loro ci sarebbe un’accusa di tentato complotto per uccidere il governatore di Helmand. I tre italiani sono Marco Garatti (medico), Matteo Dell’Aira (infermiere), Matteo Pagani Gauzzugli Bonaiuti (responsabile amministrativo).

Il fondatore di Emergency, Gino Strada, ha di fatto accusato il presidente Karzay di aver architettato un complotto nei confronti della struttura sanitaria, al fine di eliminare un pericoloso testimone in una zona in cui starebbe per preparare una vasta operazione militare. Il Ministro degli esteri, Franco Frattini, si trova in contatto con la nostra ambasciata a Kabul e segue l’evolversi della situazione.  L.S.