Novità: pornografia per ciechi

È un’anomalia che nell’epoca delle immagini pornografiche non si era ancora pensato al mercato dei non vedenti”. Queste le parole dell’inventrice Lisa Murphy.

Si tratta di una rivista contenente diciassette immagini di corpi nudi in rilievo e questo magazine, che permetterà anche ai ciechi di “vedere”, avrà un costo di 150 sterline. “Tactile Mind” la sua denominazione.

Un simile tentativo era stato compiuto tra gli anno ’70 e ’90 dalla rivista Playboy, ma si trattava solo di testo: riviste scritte in linguaggio Braille.

Ecco cosa ha spinto Lisa Murphy a questa innovazione: “Ho voluto fare la rivista dopo aver capito che solo i non vedenti sono stati messi da parte in una cultura satura d’immagini sessuali”.

Simona Leo